• 43
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

6000 Sardine contro Salvini ma Mattia Santori non deve candidarsi

6000 sardine contro salvini

6000 Sardine contro Salvini ha funzionato e funziona per riempire le piazze e fare un po’ di baccano ma Mattia Santori deve candidarsi? I sondaggi sulle sardine rivelano che secondo la maggioranza farebbe il passo più lungo della gamba. Ma perché le Sardine contro Salvini della Lega? Le motivazioni sono fiacche, probabilmente le sardine sono contro Salvini per dare più voti al PD e cercare di minare la propaganda del centrodestra in vista delle elezioni regionali in Emilia Romagna.

6000 sardine contro Salvini: Alleanze segrete

Le 6000 sardine contro Salvini sono guidate da quattro ideatori emiliani:

  • Mattia Santori, laureato in Economia e Diritto e istruttore sportivo;
  • Roberto Morotti, ingegnere;
  • Giulia Trappoloni, fisioterapista;
  • Andrea Garreffa, laureato in Scienze della Comunicazione e guida turistica.

Questi quattro ragazzi hanno preso scelte completamente diverse nella vita eppure si ritrovano uniti nel capitanare il Movimento delle Sardine. Non è una combinazione strana, di più, ma sappiamo che dietro tutto questo c’è il PD, ve lo abbiamo dimostrato.

Mattia Santori contro Matteo Salvini e la Lega

L’obbiettivo delle 6000 Sardine è contrastare la Lega di Matteo Salvini che in Emilia Romagna sostiene Lucia Borgonzoni per le elezioni regionali. Più sono in piazza a protestare e più si sentono capaci, anche se non lo sono.

Mattia Santori disse dopo l’evento a Bologna “Abbiamo già ricevuto moltissime interazioni, la gente ha capito che è un momento abbastanza storico“. Mattia, un momento o E’ o NON E’ storico, e visto quanto stiamo per dire decisamente non lo è stato.

I piani delle Sardine contro Salvini sono ancora da svelare? “Abbiamo anche qualcosa in cantiere, ma è ancora presto. Ora dobbiamo capire come allargare il nostro team, come strutturarci” disse Santori, oggi sappiamo che la sua intenzione era candidarsi alle elezioni.

Sondaggi Sardine, Mattia Santori non deve candidarsi

“L’idea – di dare vita al movimento delle 6000 sardine – è nata una notte insonne dopo aver visto tanti cartelloni della Lega che iniziavano ad invadere Bologna. Non è possibile che una città come la nostra accetti tutto questo“. Le motivazioni che Santori fornisce sono sempre più vuote e prive di contenuto; se davvero aveva da dire male alla Lega per qualcosa di grave sarebbe subito emerso, ma non è stato così.

Secondo i sondaggi sulle Sardine il 73% del popolo italiano ha detto che non dovrebbe candidarsi. Probabilmente proprio perché Mattia Santori non è affatto un politico, quindi non è preparato a contrastare il suo nemico giurato Matteo Salvini. I dati ufficiali dei sondaggi delle sardine nell’immagine sottostante:

sondaggi sardine

Nell’immagine potete vedere i dati del sondaggio politico che si è basato su una semplice domanda da porre agli italiani: “Secondo lei Mattia Santori delle Sardine dovrebbe candidarsi?” Il 73% dice No, il 15% dice Sì, il 12% non vuole rispondere.

CONDIVIDI le ultime notizie sulle 6000 Sardine contro Salvini e il sondaggio su Mattia Santori.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.