Il rilancio ai consumi secondo il premier Giuseppe Conte passa per il taglio dell’IVA a chi paga con moneta elettronica nella vita di tutti i giorni. In seguito agli Stati Generali convocati da Conte è sorta una strana idea di dare un taglio all’IVA per incentivare i consumi e risollevare le nostre sorti. Tuttavia, alcuni hanno ipotizzato una connessione tra il mancato ricorso al Fondo salva-Stati per l’UE in cambio di un taglio dell’IVA per la nostra Italia. Giuseppe Conte sta ancora valutando assieme ai suoi ministri come attuare questo taglio IVA incrementando l’uso della moneta elettronica, il cashless. Ma il cashless ci salverà dalla crisi economica più triste di tutti i tempi o si rivelerà anch’esso solo un altro modo di ingannare la pazienza degli italiani?

taglio iva mes conte centrodestra cashless

Taglio IVA, solo in cambio del MES?

ULTIME NOTIZIE Taglio IVA – I vertici dell’Unione Europea sono stati i primi a raggiungere Giuseppe Conte a Villa Pamphili; è quindi possibile che ci siano trattative per vincolare il ricorso al fondo salva-Stati in cambio di un taglio dell’IVA? Il premier ha voluto smentire quest’ipotesi, “non vi è alcuna connessione” dichiara Conte “tra le linee di credito del Mes, relativo alle spese sanitarie, e le scelte generali di politica di bilancio relative alla spesa pubblica e la tassazione”.

Il Carroccio che ha posto la questione in Parlamento ha una posizione ben delineata sul MES e per questo ha spinto su una possibile correlazione con l’improvvisa bontà di Conte sul taglio IVA. Ecco cosa ne pensa Salvini, leader della Lega, del MES:

“In passato il Mes è già stato provato, le regole sono uguali. Sono soldi dati a prestito. I soldi servono adesso e poi per restituire quei soldi ci sono precise condizioni decise a Berlino e Lussemburgo e io non mi fido. In Europa nessuno ha chiesto questi soldi. Nessuno li vuole e gli altri stanno correndo più di noi con i propri soldi”.

Matteo Salvini – Lega

Le reazioni del Centrodestra all’ipotesi

ULTIME NOTIZIE Taglio IVA – Il taglio dell’IVA è stata un’idea venuta fuori dopo gli Stati Generali di Conte, che venne presentata da subito come un’ipotesi a cui l’esecutivo stava già lavorando. La Meloni certo non attese a dire la sua:

“Temo che in mano non abbia assolutamente niente, e come ha presentato la vicenda dell’IVA lo dimostra. Un presidente del Consiglio serio non si permetterebbe di dire ‘stiamo pensando‘, ‘stiamo valutando‘. Penso che il governo, sull’Iva, dovrebbe arrivare con una sua proposta, non con un ‘stiamo valutando‘. Per ora sta facendo solo spettacolo” e nulla di concreto.

Giorgia Meloni – Fratelli d’Italia

Ebbene è passato del tempo ma Giuseppe Conte è sempre fermo al solito chiodo, lo ha ribadito in Parlamento:

“Il governo, io e il ministro, abbiamo tutti confermato che è un’ipotesi, non abbiamo ancora deciso sul punto. La stiamo valutando. Nessuna decisione è ancora presa”.

Giuseppe Conte – Premier

Più chiaro di così, eppure gira voce che la proposta di una rimodulazione dell’Imposta sul Valore Aggiunto sia soltanto un’illusione irrealizzabile. A dirlo è Antonio Tajani di Forza Italia, che addirittura crede la maggioranza sia pure contraria alla misura:

“Non credo che sia un risultato che si possa raggiungere, mi pare che già i partiti della maggioranza di Governo siano schierati contro. Mi pare una proposta già finita”

Antonio Tajani – Forza Italia

Di un’altro punto di vista è invece Matteo Salvini:

“Se il governo porterà in Parlamento l’abbassamento delle tasse dell’Iva in un minuto voto a favore” ma “la strada da seguire è la flat tax”.

Matteo Salvini – Lega

Taglio IVA, il rilancio dei consumi con il cashless

ULTIME NOTIZIE Taglio IVA – Il presidente del Consiglio ha lasciato trapelare un piano per conciliare il rilancio dei consumi e incentivando l’uso della moneta elettronica scartando il contante:

“L’ipotesi su cui si può anche ragionevolmente lavorare, a mio avviso è quella di mettere insieme due istanze, dando una scossa ai consumi attraverso un possibile sgravio dell’Iva per chi ricorre alla moneta elettronica. In sostanza, si potrebbe delineare un meccanismo incentivante che combina l’esigenza di rilanciare, sì, la domanda, ma insieme anche di modernizzare il Paese e di incentivare i pagamenti digitali e, quindi, anche quella prospettiva per cui tutti paghino le tasse, perché tutti possano pagare meno“.

Giuseppe Conte – Premier

Conte ha anche rivendicato come “il governo abbia intrapreso una strategia cashless per promuovere i pagamenti elettronici”:

Strategia Cashless di Conte

ULTIME NOTIZIE Taglio IVA – Anche qui, Conte non manca di sottolineare che ci ‘stanno lavorando‘.

I tetti sul contante sono in linea con il resto d’Europa, o a volte inferiori. Detto questo stiamo lavorando sui micropagamenti: pensiamo a a un protocollo volontario con le banche per contenere i costi delle carte. Un obbiettivo non facile da conseguire, tenuto conto del numero dei soggetti e la loro natura internazionale”.

Giuseppe Conte – Premier

CONDIVIDI le ultime notizie sul Taglio IVA.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.