Migranti Ocean Viking a Pozzallo, Matteo Salvini insorge “ennesima calata di braghe”

migranti ocean viking

Migranti Ocean Viking: Matteo Salvini non ha tutti i torti a descrivere l’attracco della Ocean Viking a Pozzallo come l’ennesima calata di braghe del governo italiano. In fondo persino chi vuole accoglienza per i migranti si è stancato di vedere il proprio Paese arrancare dietro le continue richieste umanitarie delle ONG nel Mediterraneo. Il governo italiano tuttavia avrebbe già potuto avere l’aiuto della commissione europea, ma come ben sappiamo è stato tutto bloccato dopo che i Cinque Stelle e i Democratici non hanno collaborato per il voto alla misura.

Migranti Ocean Viking verso Pozzallo

I Migranti Ocean Viking si dirigono verso Pozzallo dopo che il Ministero dell’Interno ha diramato la notizia che verranno accolti i migranti in Sicilia. La nave era in attesa di un porto sicuro da diversi giorni. Ecco la comunicazione del ministro Luciana Lamorgese.

Con riguardo ai migranti che sono a bordo della Ocean Viking, si è appena conclusa la procedura di ricollocazione degli stessi in base al pre-accordo raggiunto nel corso del vertice di Malta. Francia e Germania, in particolare, accoglieranno 70 migranti. A questo punto – la precisazione del Viminale – è stato individuato in Pozzallo il porto di sbarco.

Migranti, Matteo Salvini “calata di braghe”

Prima di sapere che i Migranti Ocean Viking sarebbero sbarcati a Pozzallo Matteo Salvini aveva già descritto una situazione tragica in cui l’Italia se la prende sempre (e solo lei) a quel posto. Noi accogliamo i migranti e l’Europa se ne lava le mani.

Sarebbe un inaccettabile affronto per l’Italia se l’Ocean Viking, nave norvegese di ong francese, dovesse sbarcare per l’ennesima volta sempre e solo in Italia. Il governo tutto ‘sbarchi, tasse e manette’ ha già più che raddoppiato gli arrivi di clandestini: basta.

Secondo Matteo Salvini, ex vice-premier ed ex-ministro dell’Interno, la decisione presa dal Viminale e quindi dal ministro Luciana Lamorgese è semplicemente “l’ennesima calata di braghe“.

L’ennesima calata di braghe del governo italiano, ennesimo favore a una Ong (stavolta francese, su nave norvegese) che incoraggia gli scafisti a continuare i loro traffici. Dall’inizio del mese a oggi il governo tutto sbarchitasse e manette ha fatto registrare 1.854 arrivi di immigrati contro i 1.007 di tutto ottobre 2018, a settembre 2019 ben 2.498 sbarchi contro i 947 di settembre 2018.

Migranti Ocean Viking, cosa dice l’UE

Migranti Ocean Viking. La Commissione Europea avrebbe potuto aiutare la Ocean Viking se solo il voto sui porti aperti in TUTTA EUROPA fosse andato a buon fine, ma la maggior parte hanno votato contro o si sono astenuti. Leggi qui sul voto in Parlamento Europeo per la questione accoglienza dei migranti: Parlamento Ue boccia porti aperti alle ONG. Ecco quindi cosa dice l’UE in merito agli ultimi sbarchi.

Per adesso non siamo coinvolti, ma siamo pronti, come sempre, a dare sostegno se ci verrà chiesto. Rimaniamo in contatto con gli Stati membri in merito agli sviluppi.

CONDIVIDI le ultime notizie sui migranti ocean viking.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.