• 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Oggi in TV

Camminare dopo mangiato, soprattutto dopo cena, abbassa la glicemia. Camminare 30 minuti al giorno fa anche dimagrire

camminare dopo mangiato fa bene

Camminare dopo mangiato non solo fa bene, ma abbassa anche la glicemia. Gli studi più recenti lo confermano, e a beneficiare della camminata mattutina o dopo i pasti sono soprattutto gli adulti di mezza età e i diabetici di tipo 2. Camminare è un’attività sportiva quotidiana benefica per corpo e mente e, facendo almeno 3000 passi al giorno, permette di dormire meglio. Se sei diabetico o hai uno stile di vita sedentario dovresti proprio dedicare i prossimi 2 minuti a leggere questo articolo!

Camminare dopo mangiato: i Benefici

Camminare dopo mangiato apporta diversi benefici all’organismo, eccoli in elenco;

  • Stimola la Digestione
  • Abbassa la Glicemia
  • Brucia il 30% in più di Grassi
  • Migliora la qualità del Sonno

E’ consigliato camminare soprattutto dopo cena, perché è il momento della giornata in cui è maggiormente possibile ottenere i migliori risultati dall’attività motoria. Bastano 1000 passi dopo ogni pasto principale per tornare in forma e sentirsi più belli e in forze.

Camminare fa bene ai diabetici

Camminare fa bene ai diabetici. Le persone affette da diabete mellito sicuramente dovrebbero camminare dopo i pasti, gli scienziati ritengono che questa cosa andrebbe detta a tutti i pazienti. Una camminata di 10 minuti dopo mangiato i pasti principali della giornata riduce sensibilmente i picchi di glicemia.

Uno studio condotto su persone di mezza età con diabete di tipo 2 ha dimostrato proprio questo. Hanno diviso le persone in due gruppi, uno avrebbe camminato 30 minuti al giorno senza limiti di orario, mentre l’altro gruppo doveva camminare per soli 10 minuti dopo mangiato.

Nei soggetti dediti alla passeggiata dopo i pasti, i livelli di glicemia post-prandiali risultavano in media ridotti del 12% in più, rispetto a quelli che camminavano per mezz’ora al giorno, ad orari vari nella giornata.

«La maggior parte di questo guadagno», spiega Andrew Reynolds primo autore dello studio, «derivava dalla riduzione del 22% della glicemia ottenuta camminando dopo cena, il pasto più ricco di carboidrati della giornata e che in genere è seguito dal periodo della giornata più sedentario di tutti».

Modusonline – Camminare dopo i pasti

Camminare fa dimagrire e dormire meglio

Camminare fa dimagrire, soprattutto se vai a camminare dopo mangiato fa dimagrire; ad esempio dopo pranzo o dopo cena. Brucerai il 30% di grassi in più e se ti senti stressato puoi trovare un po’ di sollievo. Inoltre, grazie all’uso di un conta passi e battito cardiaco puoi monitorare la tua attività sportiva e vedere i progressi con i tuoi stessi occhi.

Camminare più dei 3000 passi giornalieri raccomandati (pari a 2,4 chilometri circa), se si ha dai 50 anni in su, migliora la qualità del sonno. Lo ha verificato uno studio della Brandeis University del Massachussets pubblicato sulla rivista Sleep Health.

ANSA

Quindi un ulteriore vantaggio che otterrai oltre a perdere peso sarà un riposo più energizzante perché la qualità del sonno migliorerà drasticamente. Se sei sulla soglia dei 40 e fai poca attività fisica forse dovresti sapere che… Il primo consiglio efficace per dimagrire resta sempre e comunque: Pesarsi tutte le mattine su una bilancia!

CONDIVIDI le ultime notizie su benessere e salute!

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.