• 93
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Migranti, Salvini scagionato dai giudici per il blocco ONG Alan Kurdi

migranti salvini scagionato alan kurdi ong sea eye

Migranti, Salvini scagionato dai giudici del Tribunale dei Ministri per non aver commesso alcun reato; Matteo Salvini aveva bloccato la ONG della Sea Eye, Alan Kurdi, a largo delle coste italiane con a bordo 65 migranti. “Le ONG sbarchino nel loro Paese” è il verdetto finale. Il leader della Lega è fiero e lo rende pubblico su Twitter dove fa le sue considerazioni in merito al caso che lo vede coinvolto in prima persona.

“Le ONG sbarchino nel loro Paese”

“Le ONG sbarchino nel loro Paese” non è una cattiveria, è semplice attinenza alle normative e agli accordi tra Stati. “La responsabilità di assegnare un «porto sicuro» alle navi con i profughi soccorsi in mare spetta allo «Stato di primo contatto»” riporta il Corriere della sera parlando della questione.

Ma qual è lo Stato di primo contatto? Essendo complicato da stabilire e “volendo seguire «alla lettera» le indicazioni che si possono ricavare da Convenzioni e accordi, «lo Stato di primo contatto non può che identificarsi in quello della nave che ha provveduto al salvataggio»“.

Questo significa che se la ONG è tedesca è alla Germania che deve rivolgersi per ottenere l’approdo, e così via con le altre bandiere.

Caso Migranti Salvini scagionato

Il Tribunale dei ministri di Roma ha quindi deciso così il 21 novembre. Per le ragioni sopra riportate ha archiviato le accuse di omissione di atti d’ufficio e abuso d’ufficio nei confronti di Matteo Salvini e Matteo Piantedosi, capo di Gabinetto.

L’assenza di norme di portata precettiva chiara applicabili alla vicenda non consente di individuare, con riferimento all’ipotizzato, indebito rifiuto di indicazione del Pos (Place of safety), precisi obblighi di legge violati dagli indagati, e di conseguenza di ricondurre i loro comportamenti a fattispecie di rilevanza penale.

I giudici Maurizio Silvestri, Marcella Trovato e Chiara Gallo

L’ex-vicepremier e il capo di Gabinetto non hanno commesso alcun reato e quindi, niente processo.

Migranti, Salvini bloccò la nave Alan Kurdi

Entrambi, Salvini e Piantedosi, avevano negato lo sbarco ai 65 migranti che si trovavano a bordo della nave tedesca Alan Kurdi della ONG Sea Eye l’aprile scorso. Questo non è considerato reato nel nostro Paese e Salvini dopo aver saputo dell’archiviazione ha subito scritto su Twitter:

Finalmente un tribunale riconosce che bloccare gli sbarchi non autorizzati non è reato.

Matteo Salvini – capo politico della Lega

Poche ore fa invece ha aggiunto “Finalmente un po’ di BUON SENSO”; eppure non si tratta di buon senso, ma di pura applicazione di accordi e norme vigenti.

https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1199605278871818240

CONDIVIDI le ultime notizie su Migranti e Salvini.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.