•  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Europarlamento boccia gli Eurobond grazie ai voti determinanti degli europarlamentari della Lega di Salvini, polemiche fino a Roma. Sugli Eurobond sembravano tutti d’accordo, M5S, PD e anche la Lega e FI, ma invece no e i voti Lega in contrasto in sede parlamentare UE lo dimostrano. Le polemiche si spostano dai capi delegazione al parlamento UE fino ai senatori e deputati di Palazzo Chigi dove Buffagni e Salvini si scontrano. Tuttavia, la Lega pare avesse buoni motivi per negare i voti agli Eurobond, ma gli esponenti dei partiti di maggioranza fanno orecchie da mercante.

europarlamento eurobond lega vota no

Europarlamento boccia gli Eurobond

Europarlamento boccia gli Eurobond con i voti Lega. Al fine di approvare sistemi di “mutualizzazione del debito” gli europarlamentari si sono riuniti al Parlamento UE per votare e trovare un accordo. Il Mes NO, l’Italia si sa, ha spinto molto sugli Eurobond o coronabond, trovando a fatica il consenso negli altri Paesi membri dell’Unione Europea. Sembrava filasse tutto liscio e che l’Italia fosse riuscita ad ottenere gli Eurobond, ma la Lega e Forza Italia hanno votato no, bocciando gli Eurobond.

In definitiva, si legge sul Corriere della Sera “il M5s ha votato contro i Recovery bond garantiti dal bilancio Ue e a favore dei coronabond con debito mutualizzato (nonostante Roma sostenga entrambe le proposte in sede europea), scegliendo una posizione diversa da quella del Pd, suo alleato di governo.” Invece, “la Lega ha votato contro i coronabond — benché nelle scorse settimane il Carroccio avesse accusato i Paesi del Nord di mancanza di solidarietà per il loro no — ma si è astenuta sui Recovery bond”.

Eurobond votazione: Lega contraria

Europarlamento boccia gli Eurobond con i voti Lega. Nell’emendamento del Parlamento europeo si legge che questi “considera essenziale, al fine di preservare la coesione dell’Ue e l’integrità dell’Unione monetaria, che una quota sostanziale di debito emessa per contrastare le conseguenze del Covid-19 sia mutualizzata a livello Ue”. Stavolta a votare contro sono stati i partiti della coalizione del centrodestra Lega e Forza Italia, mentre Pd, M5s e Fratelli d’Italia hanno votato a favore, astenuta Italia Viva.

Polemiche sui voti Lega in Europarlamento

Europarlamento boccia gli Eurobond con i voti Lega. La Lega vota no agli Eurobond, tanto basta per scatenare un’ondata infinita di polemiche che si propaga da Bruxelles a Roma. La Lega giustifica il no agli eurobond o coronabond in una nota del capo delegazione della Lega al Parlamento Ue, Marco Campomenosi: “Eurobond significa eurotasse, rinunciare alla sovranità fiscale, consegnare le chiavi di casa a Germania e Troika“.

Ma la polemica è appena iniziata, infatti l’attacco arriva direttamente dal Governo, il viceministro allo Sviluppo Economico Stefano Buffagni esordisce crudo: “Salvini tradisce l’Italia. E mentre l’Italia conduce negoziati difficilissimi per ottenere i Coronabond sui tavoli europei, scontrandosi con le resistenze dei Paesi del Nord, questo signore, che ama tanto dire Prima gli italiani, si schiera a fianco di Paesi come l’Olanda e al Parlamento Europeo vota contro gli interessi del suo Paese. Fa rabbia, da italiano, perché con i voti della Lega quell’emendamento sarebbe stato approvato e oggi avremmo un’arma in più sui tavoli negoziali”.

CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.