Decreto agosto 2020 – Cosa prevede per ristorazione e turismo

decreto agosto

Dopo il Decreto Rilancio che non ha rilanciato un bel nulla, arriva il Decreto Agosto 2020, e già ci chiediamo se il governo Conte dovrà cambiargli nome. Il problema di base in Italia è che la gente non spende più, ma soprattutto non lavora più, le spese però son le stesse e i consumi calano a picco. La bozza di quest'ultimo decreto è stata visionata dai giornalisti di ANSA che hanno diffuso delle anticipazioni del dl mirato a incentivare i consumi. Ecco quali idee geniali (si fa per dire) hanno abbozzato i ministri del Governo Conte bis, per dare una spinta al settore turismo e ristorazione. Leggi tutto

Reddito di cittadinanza 2020 – Requisiti ISEE, dove si richiede

Reddito di cittadinanza requisiti ISEE 2020 per ottenerlo

La domanda del reddito di cittadinanza si può presentare online, tramite patronato o alle poste. Per ottenere o rinnovare il reddito di cittadinanza per l'anno 2020, bisogna assicurarsi di rientrare nei requisiti ISEE necessari e poi presentare domanda. Per fare la domanda al reddito di cittadinanza è di fondamentale importanza avere la cittadinanza italiana o europea e non superare le soglie minime di reddito ISEE. I requisiti ISEE 2020 per avere il sussidio RdC sono di due tipi; ISEE finanziari e anagrafici. [...]

Superbonus al 110 è legge, entro 30 giorni i decreti attuativi

superbonus 110 decreto rilancio riqualificazione energetica

Il Senato ha approvato il Decreto Rilancio, è legge anche Superbonus al 110 %, per cui mancano tre decreti attuativi da approvare in 30 giorni. Entro 30 giorni dall'entrata in vigore del Decreto Rilancio dovranno essere forniti tutti i decreti attuativi per poter riqualificare casa a costo zero. Superbonus 110 è usufruibile fino al 31 dicembre 2021, oltre tale data le case degli italiani avranno un'altra faccia, e l'economia andrà meglio. I tre decreti attuativi che ci servono regoleranno tetti di spesa e costi, trasmissione delle asseverazioni, sconto in fattura e cessione del credito. Scendiamo nel dettaglio di questi decreti attuativi che Mise e Agenzia delle Entrate si impegnano a far approvare entro al massimo 30 giorni. [...]

Conte, Merkel e Macron al bar confessano: tutti contro Rutte

drink conte merkel macron accordi recovery fund

Il premier Conte, la cancelliera Merkel ed il primo ministro Macron al bancone di un bar di notte si esprimono confidenzialmente contro Rutte. 'Quest'accordo non s'ha da fare, né domani né mai', direbbe Manzoni se potesse parlarne con i capi di Stato che sono proprio di questa idea. Giuseppe Conte, spalleggiato da Macron parla ad Angela Merkel dei rapporti con Mark Rutte, che chiede il diritto di veto sul Recovery Fund. Il potere, cioè, di non dare aiuti economici ai Paesi meno affidabili come l'Italia, per non perdere i soldi versati maggiormente dai paesi Frugali. Confessioni notturne al bar dell'hotel dove i capi di Stato alloggiano, davanti a un drink informale si abbandonano a parole poco diplomatiche. [...]

Inps lascia milioni di italiani senza un euro per tre mesi. Poi la beffa da Tridico “Stiamo riempiendo di soldi gli italiani”

pasquale tridico buffone inps

Il direttore dell'INPS Tridico ha rilasciato un'intervista al giornale TPI nella quale si vanta di quanto sta lavorando bene l'Inps che paga sempre. Addirittura Pasquale Tridico INPS dice "Stiamo riempiendo di soldi gli italiani", sarà perché a lui sfilano sotto il naso troppi miliardi ultimamente. Se fosse vero che l'Inps e l'orgoglioso signor Tridico stanno riempiendo di soldi gli italiani com'è che la fila alla Caritas è doppiamente lunga? Non lo diciamo noi, è la Caritas a fare questa triste fotografia degli italiani, numeri spaventosi di nuovi poveri, gente per bene ridotta alla fame. Com'è possibile che invece il signor Tridico dell'INPS si vanti dei risultati dell'assistenza previdenziale italiana, può solo far finta di non vedere. [...]

Decreto Rilancio le misure a sostegno di imprese e famiglie

decreto rilancio cosa prevede misure

Decreto Rilancio, lo chiamano così il vecchio dl aprile dalla pubblica amministrazione poi diventato maggio, prevede misure per un totale di 55 miliardi per famiglie e imprese. La pubblica amministrazione ha previsto in questo decreto rilancio un taglio delle tasse per 4 miliardi di euro, il blocco dei licenziamenti per 5 mesi, introdotto anche il Rem. Circa 15 miliardi sono destinati alle aziende italiane, 3,25 miliardi alla sanità, 1,4 miliardi per Università e ricerca, infine 2 miliardi per il turismo. Tutte le misure a sostegno di imprese, famiglie sono urgenti per la ripartenza, infatti il Governo promette il decreto presto in Gazzetta Ufficiale. "Gettiamo le basi per la ripresa" dicono al CdM ove si stipula anche un accordo con Regioni per la cassa integrazione Veloce e assegno Inps. Nell'articolo troverai la bozza completa del decreto rilancio in formato pdf che potrai leggere o scaricare per una consultazione semplice e comoda. Ci sono molti motivi per cui piangere ma la ministra Bellanova si commuove invece annunciando la regolarizzazione di ben 600mila immigrati. [...]

Confcommercio, chiusura in vista per 270 mila imprese italiane

confcommercio imprese per italia rischio chiusura aziende

Confcommercio stima che 270 mila imprese italiane del commercio e servizi rischiano la chiusura definitiva se l'economia non migliora presto. Si tratta dei risultati della stima dell'Ufficio Studi Confcommercio sul rischio chiusura delle imprese del terziario di mercato ed è stata prudente. Purtroppo infatti, le aziende che potrebbero chiudere nei prossimi mesi potrebbero essere assai di più, e ci sono molte ragioni perché accada. Vediamo nel dettaglio i numeri e le stime Confcommercio Imprese per l'Italia sulla situazione attuale e futura delle aziende italiane d'ora in poi. [...]

Partite IVA, il via ai Controlli del Fisco dal 1° giugno 2020

partite iva controlli fisco decreto cura italia conte

Partite IVA, i controlli a tappeto dell’Agenzia delle Entrate riprenderanno dal 1 giugno 2020, è previsto l'invio di oltre 8 milioni di atti, fonti certe. L'annuncio arriva dal direttore Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini durante l'audizione in commissione Finanze alla Camera il 22 aprile. Noi di Adirai però non ce la prendiamo con il direttore dell'Agenzia delle Entrate, perché la colpa è di qualcun altro, qualcuno tipo il Premier. Il Decreto Cura Italia ha cancellato la proroga di due anni ai termini per effettuare gli accertamenti, perciò l'Agenzia delle Entrate farà i controlli. Cerchiamo di capire insieme cosa accadrà, ma soprattutto che cavolo ha combinato il premier Giuseppe Conte mentre NOI STIAMO A CASA. [...]

Riapertura Regioni in Italia con Condizioni e Rischi Coronavirus

riapertura regioni in italia coronavirus

La Riapertura Regioni in Italia con Coronavirus è pericoloso, l'apertura regione per regione include condizioni di ripartenza e rischi della fase 2. Tra le condizioni per la riapertura delle Regioni c'è la patente di sicurezza per i lavoratori e persino test psicologici ai cittadini dopo lockdown. Ovviamente sono aziende italiane a dover svolgere questi controlli per riaprire in regola, sennò si rischia sospensione della licenza o chiusura. Noi di Adirai siamo vicini a tutti gli imprenditori che in questo momento duro devono eseguire anche le direttive del governo per non chiudere. Tutte le Regioni che vogliono riaprire devono assicurare di avere Ospedali Covid attrezzati e luoghi per quarantena dei positivi al Coronavirus. In alcune Regioni potranno riaprire prima del 4 maggio, cioè il 27 aprile, aziende del settore auto, edile e moda, ma dovranno essere in regola. [...]

Riapertura dal 4 maggio, premier Conte frena aziende del Nord

premier conte riapertura dal 4 maggio 2020

Riapertura dal 4 maggio, non un giorno prima, il premier Conte frena il pressing delle aziende del Nord con allentamento graduale delle misure. La fase 2 Coronavirus non inizierà la prossima settimana come vorrebbe Luca Zaia, ma neanche tra un mese come auspica Vincenzo De Luca. Le faide tra regioni del Nord e del Sud sono risolte dalla diplomazia del premier che impone una ripresa collettiva alle attività produttive. In attesa della riapertura dal 4 maggio 2020 continuano le riunioni con la Task Force di Vittorio Colao per l'allentamento del Lockdown in Italia. [...]