Di Maio 5 stelle su Rousseau per Regionali Emilia e Calabria

di maio 5 stelle stati generali elezioni regionali

Di Maio 5 stelle al voto su Rousseau per stabilire se candidarsi alle Regionali di Emilia Romagna e Calabria, oppure fare pausa elettorale e dedicarsi alla riforma degli Stati Generali. Il capo politico del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio nemmeno voterà sulla Piattaforma Rousseau, però lascia intendere in tutti i modi che la pausa elettorale sia una mossa furba.

Di Maio 5 stelle non vota su Rousseau

DI MAIO 5 STELLE – “Come capo politico scelgo di votare meno possibile, per evitare di prendere parte per una scelta o per l’altra. Preferisco invece chiedere agli iscritti quale sia la direzione da prendere, come capo politico.”

Il leader dei grillini in effetti non vota ma decide di influenzare il più possibile gli elettori dei Cinque Stelle. Luigi Di Maio starebbe quindi sperando che i cittadini siano abbastanza scemi da non portare i candidati cinque stelle alle regionali, così da non perderle tutte, visti gli ultimi sondaggi politici elettorali.

Di Maio 5 stelle decidono con Beppe Grillo

DI MAIO 5 STELLE – Il malcontento dei cittadini cinque stelle per questo voto su Rousseau in merito alle Elezioni Regionali non è un’idea di Gigino il quale confessa in tv che “le decisioni importanti le prendiamo io e Grillo” al telefono.

Poi aggiunge, sempre invitando gli iscritti al movimento 5 stelle a votare su Rousseau; “Con molta umiltà credo che le decisioni importanti vadano prese con gli iscritti. Gli errori più grandi li ho fatti quando ho preso le decisioni da solo“, conclude.

Voto su Rousseau per Elezioni Regionali M5S

Di Maio non ha reso orgogliosi i 5 stelle oggi. Ecco alcuni dei commenti degli stessi rappresentanti Cinque Stelle in merito al voto sulla piattaforma Rousseau M5S per le Elezioni Regionali.

E’ di una scorrettezza allucinante, perché indirizza l’esito del voto in maniera palese.

Francesco Forciniti – portavoce M5S alla Camera dei Deputati

Basta dare un’occhiata al Tweet del Movimento per rendersi conto che Forciniti ha proprio ragione:

Il voto online “mortifica noi parlamentari ed il lavoro che abbiamo fatto nell’affannosa ricerca di un candidato autorevole da candidare alla presidenza”.

Massimo Misiti – portavoce deputato M5S

Con il voto di oggi su Rousseau, i vertici del Movimento 5 Stelle scelgono di non scegliere, deludono le migliaia di attivisti calabresi che con sacrifici e rischi hanno sempre lavorato sul territorio, ignorano il percorso che abbiamo già avviato e scaricano su tutti gli iscritti la responsabilità di una scelta inquadrata in termini profondamente sbagliati.

Paolo Parentela – coordinatore della campagna elettorale in Calabria per M5S

CONDIVIDI le ultime notizie sulla politica.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.