Forza Italia “Abolire Reddito di Cittadinanza per dare 1.000 € in più in busta paga ai lavoratori”

forza italia silvio berlusconi

Forza Italia ha presentato una mozione perché abolire il Reddito di Cittadinanza, vuol dire usare quei fondi per dare 1000€ in più nella busta paga di ogni lavoratore. Il messaggio di FI è chiaro: Perché regalare soldi a chi non fa niente per guadagnarseli invece di incentivare chi si da’ da fare tutti i giorni? In questo modo non solo si metterebbe la parola FINE ai capitoli del libro dei furbetti del reddito di cittadinanza tenuto dal fisco, ma si darebbe un bel colpo anche al lavoro nero, perché solo i lavoratori regolari riceverebbero il bonus di 1.000€.

Fermi lì, non esultate ancora. Dove sta la fregatura?

Forza Italia portavoce Giorgio Mulè

Forza Italia manda avanti il portavoce Giorgio Mulè. FI vuole aggiungere una nota alla Costituzione, vorrebbe infatti istituire un tetto alla pressione fiscale. Ovvero, non si possono tassare i cittadini più di un Tot. Inoltre, vogliono dare un taglio pesante al cuneo fiscale, risparmiando i soldi del Reddito di Cittadinanza. Quest’ultima misura servirebbe a dare 1000€ in più in busta paga ai lavoratori regolari. Sono le due iniziative lanciate da Forza Italia e presentate questa mattina in una conferenza stampa alla Camera.

La posizione di Forza Italia è chiara, non di protesta ma realista e di proposta. Se dovesse passare questa manovra ogni mattina gli italiani avranno accanto uno Stato che non li prenderà per mano ma li bastonerà.

Giorgio Mulè portavoce unico FI

Forza Italia Gelmini spiega il bonus

Forza Italia Gelmini spiega il bonus. Dopo il diluvio di nuove tasse arrivato dal governo Conte-bis formato da quattro sinistre mascherate, come Silvio Berlusconi non dimentica mai di sottolineare; FI rilancia un nuovo piano economico per l’Italia a favore dei lavoratori. Maria Stella Gelmini dopo aver fatto ironia sul taglio fiscale giallorosso ci spiega come funzionerebbe il bonus dei 1.000€ e dove si prendono le risorse.

“C’è stato un aumento netto di imposte e tasse pari a 7,6 mld, alla faccia del governo che doveva sterilizzare l’Iva.”

“Si chiede – ha spiegato Gelmini – di rinunciare al reddito di cittadinanza e stanziare quelle risorse, 8 miliardi, per un taglio drastico del costo del lavoro. Con la nostra proposta in busta paga i lavoratori avrebbero 1000 euro l’anno in più, non 40 euro.”

Maria Stella Gelmini – Forza Italia

Ecco la “fregatura”: la busta paga si arricchisce, ma non raddoppia. 1.000€ in busta paga in più vanno divisi per 12 mensilità. Il risultato è 83 euro circa; insomma è la manovra degli 80 euro di Renzi ma proposta dalla destra.

Forza Italia, l’economia italiana secondo Brunetta

Forza Italia, l’economia italiana secondo Brunetta: Perché ci interessa il parere di Renato Brunetta? Parliamo del responsabile economico del partito Forza Italia, quindi sarà stato lui il pensatore di questa manovra, in fondo in fondo.

Nella manovra – ha aggiunto Brunetta – fra tasse e tassine ci sono circa 10 miliardi. Noi vogliamo moltiplicare per tre le risorse stanziate per la riduzione del cuneo fiscale, magari rendendolo selettivo.

Reddito di cittadinanza e quota 100? Io li avrei aboliti entrambi. Ed è questo il rimprovero che muovo a Matteo Salvini: con i 14,8 miliardi necessari per questi due provvedimenti avremmo portato a casa la flat tax a due aliquote e una politica di shock fiscale di cui il paese ha bisogno. Il Reddito di cittadinanza è uno spreco che inquina mercato del lavoro. Quota 100 non era priorità, l’hanno venduta come il riavvio di turnover ma non è vero, anche perché è stata usata in gran parte nel settore pubblico. Avremmo dovuto utilizzare quei 15 miliardi per ridurre la pressione fiscale e stimolare gli investimenti. Così non saremmo stati l’ultima ruota del carro europeo per crescita. Ha vinto la sinistra estrema del Movimento 5 Stelle.

Il governo giallo-verde è nato da una certa interpretazione salviniana dell’esito elettorale. Le elezioni le aveva vinte il centrodestra e Salvini ha pensato di non cercare in Parlamento i voti mancanti. L’alleanza col Movimento 5 Stelle che ne è derivata avrebbe potuto avere una valenza positiva se avesse dato uno shock al Paese, invece si è rivelata disastrosa. Perché la Lega non è riuscita a cambiare il Movimento, si è accontentata dei consensi sulle politiche dell’immigrazione senza risolvere alcun problema del Paese.

Renato Brunetta – FI

Dopo le parole di Brunetta siamo certi di un paio di cose: la Lega avrebbe potuto fare di più e Forza Italia FORSE ha la soluzione per l’Italia. Voi ci credete?

CONDIVIDI e dicci la tua!

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.