Pseudomonas aeruginosa nei lotti Sorgesana. Acqua Lete “Non bevetela”

pseudomonas aeruginosa

Acqua Lete ha annunciato di voler ritirare i lotti di Sorgesana che sono stati analizzati e risultati infetti dal battere Pseudomonas aeruginosa. Il richiamo ufficiale arriva dal Ministero della Salute. Le ultime notizie del giorno portano l’allerta all’attenzione dei cittadini “Non bevetela”. Il batterio in causa è pericoloso.

Comunicato in cui si annuncia il blocco e il richiamo del lotto numero 13.02.21 L 402 14 dell’acqua minerale naturale a marchio Sorgesana, nel formato da mezzo litro realizzato nello stabilimento di Pratella, in provincia di Caserta, per la presenza di batteri Pseudomonas aeruginosa.

fanpage

Ecco il documento del Ministero della Salute per il Richiamo ufficiale dei lotti per chi vuole avere le specifiche.

Cos’è il batterio Pseudomonas aeruginosa

Di cosa si tratta e perché non dovremmo bere quell’acqua? Esistono miliardi di tipologie diverse di batteri e ognuno agisce in modo diverso sull’organismo, una cosa è certa: sottovalutarli non è mai una buona presa di posizione.

Pseudomonas aeruginosa è un batterio che si acquisisce dall’ambiente. Può essere trasmesso anche attraverso il contatto diretto o attraverso le goccioline liberate da tosse e starnuti da persone che ne sono infette.

E’ un bacillo Gram-negativo aerobioobbligato, non fermentante, asporigeno, ubiquitario in natura, essendo diffuso in acqua,suolo e piante.

Fondazione ricerca Fibrosi Cistica

Quali sono i sintomi da Pseudomonas aeruginosa?

Il patogeno colpisce soprattutto persone con sistema immunitario compromesso, infatti si può essere contagiati anche in ospedale proprio per questo motivo. Inoltre, l’acqua e gli starnuti risultano il mezzo primario attraverso cui il patogeno si diffonde. Se l’infezione del patogeno vi colpisce ecco quali sono i sintomi che potete riconoscere:

  • Febbre
  • Disidratazione
  • Cianosi
  • Lesioni emorragiche e necrotiche
  • Fastidi addominali
  • Cellulite
  • Fascite
  • Soffio cardiaco
  • Difficoltà di movimento
  • Eritema congiuntivale
  • Secrezioni oculari purulente

L’infezione può portare problemi di varia natura molto gravi: respiratori (polmonite), al sistema nervoso centrale (ascessi celebrali e meningiti), all’orecchio (otiti), agli occhi (cheratite batterica e endoftalmite), a ossa e articolazioni (osteomielite), gastrointestinali (enterite, enterocolite e diarrea), alle vie urinarie, dermatologici (ectima gangrenoso), presenza di batteri nel sangue e endocardite. (Fonte: Enciclopedia medica)

Cura e trattamenti del patogeno

Le infezioni da Pseudomonas aeruginosa sono curate con farmaci antimicrobici, gli antibiotici devono essere scelti ponendo particolare attenzione alla resistenza del proprio organismo agli antibiotici, ovvero l’antibiotico-resistenza.

La cura e i trattamenti del patogeno sono decise in base alla situazione del paziente, quindi è necessario rivolgersi subito al proprio medico nel caso abbiate bevuto l’acqua contaminata.

Diffondi la notizia in modo che tutti sappiano prima che sia tardi: CONDIVIDI ora.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.