Caso di dengue a Bologna, iniziate le misure precauzionali

caso di dengue a bologna contagio sintomi cura

Saperne di più sui virus e malattie infettive che oramai circolano abitualmente anche in Italia è un dovere. Ogni giorno siamo esposti al rischio di contagio di malattie e virus invisibili che possono influire negativamente nella nostra vita. E’ quello che è successo in Emilia-Romagna: accertato un caso di dengue a Bologna da parte delle autorità. Di cosa si tratta?

“A Bologna, un caso importato di dengue. A farlo sapere è stato il Comune del capoluogo emiliano che ha spiegato anche che nella notte saranno attivate le misure di profilassi. È già in corso, invece, la disinfestazione diurna, come da specifico protocollo regionale, nell’area vicina alla casa della persona colpita dalla malattia infettiva. L’obiettivo: prevenire l’insorgere di altri casi.

Sky tg24

Febbre Dengue: come avviene il contagio

La Febbre Dengue, di origine virale, si può contrarre attraverso la puntura di un particolare tipo di zanzara chiamata Aedes aegypti oppure attraverso rapporti sessuali con persone infette.

“Uno studio italiano ha scoperto che il contagio del virus dengue avviene anche attraverso i rapporti sessuali. Fino alla recente scoperta della trasmissione per via sessuale, i ricercatori avevano individuato l’origine dell’infezione esclusivamente dalle zanzare del genere Aedes aegypti, anche se sono stati registrati casi trasmessi anche da Aedes albopictus.”

affari italiani

La zanzara punge una persona infetta da massimo 7 giorni e poi nel pungere altri individui li infetta a sua volta.

Caso di Dengue: sintomi

I sintomi della febbre dengue riconoscibili nei pazienti infetti dalla malattia virale sono i seguenti:

  • febbre a 40°C, per questo viene identificata spesso come Febbre Dengue
  • forte mal di testa
  • eruzione cutanea
  • ghiandole gonfie
  • nausea, vomito
  • dolore dietro gli occhi
  • dolori muscolari e articolari

Febbre Dengue come curarla

Partiamo dal fatto che non esiste un farmaco in grado di tenere testa alla virus dengue. Per questo si interviene già dai primi sintomi con la somministrazione di analgesici a base di paracetamolo, evitando categoricamente quelli a base di ibuprofene, aspirina e naproxene.

Bere tanto, evitare di essere punti di nuovo da zanzare e riposare sono must. E’ necessario contattare subito il proprio medico appena si notano i sintomi principali. In caso di peggioramento sarà necessario recarsi in ospedale.

Ora che ne sai di più sulla febbre dengue, condividi con i tuoi amici per proteggerli da un contagio!

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.