•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autocertificazione dichiarazione Iva agevolata 10% e 4%, Ristrutturazione e Manutenzione. Autocertificazione Iva agevolata 10%. Un tema molto caro agli italiani è l’IVA, nel senso che “affettivamente” ci costa troppo; quindi ecco come risparmiare grazie alla dichiarazione per IVA agevolata al 10%. Normalmente quando acquistiamo qualcosa in negozio o presso un qualsiasi rivenditore non paghiamo soltanto il prodotto finito che acquistiamo, ma anche l’IVA applicata al 22 %. E’ possibile pagare meno Iva grazie all’agevolazione nei casi di seguito specificati.

dichiarazione iva agevolata autocertificazione al 10% e 4%

Dichiarazione IVA agevolata 10% e 4%

L’Iva agevolata 10% o 4% è un bel vantaggio per chi deve spendere ingenti cifre; ad esempio perché deve acquistare la sua prima casa, acquistare un auto per disabili, ristrutturare casa o fare manutenzione.

Che cos’è la dichiarazione iva agevolata per Iva agevolata al 10% per i lavori di ristrutturazione edilizia?

La dichiarazione per Iva agevolata al 10% è prevista per tutti i lavori di recupero edilizio ma non è applicabile sui seguenti:

  • Beni o materiali che sono forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori;
  • Beni o materiali che sono acquistati direttamente dal committente;
  • Prestazioni professionali anche se effettuate nell’ambito degli interventi finalizzati al recupero edilizio;
  • Prestazioni di servizi resi in esecuzione di subappalti alla ditta esecutrice dei lavori.

In quest’ultimo caso, se ci sono i giusti presupposti, la ditta subappaltante deve fatturare con Iva al 22% alla ditta principale che poi fatturerà il lavoro al committente con Iva del 10%.

Quali opere sono comprese per l’Iva agevolata al 10%?

Le opere comprese per dichiarazione iva agevolata al 10% sono quelle che principalmente consentono un risparmio energetico come:

  • Sostituzione degli infissi dell’abitazione con infissi in vetro camera che rispettino i requisiti previsti (variabili in base alla zona geografica);
  • Sostituzione della caldaia con una caldaia a condensazione con l’utilizzo di valvole termostatiche o sistemi di riscaldamento con fluido a bassa temperatura ( pannelli radianti, riscaldamento a pavimento, ecc.);
  • Installazione di pompe di calore ad alta efficienza e scambiatori geotermici a bassa entalpia;
  • Isolamento termico (cappotto termico) delle pareti, delle coperture e dei solai;
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • Spese tecniche per attestazione delle prestazione energetica APE;
  • Montacarichi e Ascensori;
  • Videocitofoni;
  • Condizionatori, climatizzatori e riciclo dell’aria;
  • Sanitari e rubinetteria da bagni.

Che cos’è la dichiarazione Iva agevolata al 4%

L’IVA agevolata al 4% è un beneficio che si applica sulle prestazioni di servizi per interventi di manutenzione sia ordinaria sia straordinaria su immobili privati residenziali ed è attuabile solo per i lavori eseguiti con un regolare contratto di appalto e l’appaltatore (ditta edile) fornisca dei beni di valore significativo.

Autocertificazione Iva al 4%

Autocertificazione Iva al 4%: Si parla di Iva agevolata 4% nel caso di acquisto della prima casa da un costruttore (perché se acquistata in agenzia o da privati non si paga proprio l’Iva).

L’altro caso è quello in cui portatori di handicap acquistano: auto (purché di cilindrata inferiore a 2.000 cc se benzina e 2.800 cc se diesel); ausili tecnici e informatici (esempio ausilio per non vedenti); autoveicoli per la deambulazione; protesi; apparecchi ortopedici; poltrone per invalidi; lavori per l’eliminazione di barriere architettoniche.

Autocertificazione Iva al 10%

L’Autocertificazione e dichiarazione Iva agevolata al 10% si applica essenzialmente in due eventualità: in caso di manutenzione ordinaria e straorinaria o in caso di ristrutturazione edilizia.

Autocertificazione Manutenzione

L’Autocertificazione per la Manutenzione è per Iva agevolata 10%. Sui lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria delle abitazioni: si applica l’aliquota ridotta solo se l’acquisto del bene da usare per la ristrutturazione è fornito dalla stessa ditta che effettua il lavoro; altrimenti è sottoposto ad aliquota ordinaria del 22%.

In caso di acquisto di beni significativi, (indicati nel Decreto del Ministero delle Finanze del 29/12/1999) si calcola l’aliquota ridotta solo sul valore della prestazione a cui è stato sottratto il valore dei beni.

Autocertificazione Ristrutturazione

L’Autocertificazione Iva 10 Ristrutturazione: Si applica l’aliquota ridotta al 10 % anche sui lavori di ristrutturazione edilizia. Non si applica in nessun caso l’IVA agevolata ai materiali da costruzione e alle prestazioni professionali. Si applica l’Iva agevolata 10% anche sulle seguenti prestazioni:

  • Ristrutturazione e/o Restauro.
  • Beni finiti per il restauro o la ristrutturazione (caldaie, sanitari, infissi, porte, ecc). Vale sui beni che compri da chi vuoi tu, non solo dalla ditta che si occupa dei lavori.

Dichiarazione Iva Agevolata 10% o 4% Autocertificata

Dichiarazione Iva Agevolata 10% o 4% Autocertificata. Se hai diritto, per i motivi di cui sopra a pagare un’Iva agevolata, che sia Iva 4% o Iva 10% per cento, devi consegnare una dichiarazione autocertificata; la ditta che effettua i lavori o ti vende i beni ha bisogno di un’autocertificazione scritta in cui tu dichiari che ti spetta un’aliquota agevolata.

Ricordiamo che per la prima casa la dichiarazione Iva agevolata è al 4%, per i beni finiti è al 4% o al 10%, per la manutenzione ordinaria o straordinaria e per la ristrutturazione edilizia l’Iva è agevolata al 10%.

La dichiarazione autocertificata IVA agevolata deve essere consegnata all’azienda assieme a;

  • Una copia della carta di identità;
  • Una copia del codice fiscale;
  • Altri documenti specifici; per esempio in caso di lavori di ristrutturazione devi presentare la DIA o la SCIA, ecc.

CONDIVIDI le informazioni utili per autocertificazione iva agevolata.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.