• 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Bambini e tablet, allarme ortopedici: + 700% i casi di cifosi da tecnologia smart tra i bimbi. Nei casi più gravi è necessario l’intervento chirurgico.

Bambini e tablet allarme ortopedici

L’uso sconsiderato della tecnologia nei genitori ricade nelle pessime abitudini dei bambini. L’infanzia è la parte più importante della nostra vita e le nuove generazioni sono segnate dall’uso di tablet e smartphone. Bambini e tablet hanno scatenato l’allarme ortopedici per l’aumento del 700% dei casi di ‘cifosi da smartphone’.

Si tratta di una percentuale così alta ma così alta che l’allarme è arrivato troppo tardi per il 90% dei bambini odierni. I genitori degli anni 2000 smollavano i figli davanti a playstation e televisione, oggi invece gli comprano tablet e smartphone.

La conseguenza meno pericolosa di questo comportamento sociale è proprio la cifosi dorsale, che resta comunque un problema grave.

La cifosi, per dirla in parole semplici, è la ‘schiena curva’ e le ‘spalle in avanti’, nella foto riportata si ha subito l’idea di cosa si tratti. A destra la ragazza mostra la postura corretta, a sinistra il ritratto delle conseguenze da cifosi. In futuro cammineranno tutti così o peggio.

Cifosi

La cosa peggiore è che nei casi più gravi sarebbe necessario effettuare solo un intervento chirurgico, come dice anche Carlo Ruosi, Professore di Ortopedia e Traumatologia Università Federico II di Napoli.

“Stare chinati con le spalle in avanti per ore è assolutamente sconsigliabile per bambini che hanno ancora le vertebre in via di formazione. Una situazione che a lungo andare le fa crescere deformate.

Oggi l’80% dei bambini di quarta e quinta elementare ha un ‘atteggiamento cifotico’. Era il 20% nel 2008. Una vera e propria bomba sociale: il numero eccessivo di ore (fino a sei al giorno) che dai 3-4 anni in poi i bambini trascorrono piegati in avanti su questi babysitter elettronici è causa di questo disturbo troppo spesso sottovalutato.

Nella fase iniziale è possibile intervenire con rieducazione motoria e ginnastica appropriata, a patto però di avere la collaborazione del paziente. Perché se dopo la ginnastica il bambino torna a casa e si rimette chino sul tablet, è tutto inutile. In fase avanzata è invece necessario far indossare al bambino il busto ortopedico. Nel caso in cui la diagnosi arrivi troppo tardi si deve ricorrere alla chirurgia.

Un applauso ai genitori, causa dell’indebolimento e della sofferenza dei propri figli.

Diffondi il tuo pensiero sui social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.