Oggi in TV

Il 22 marzo si festeggia la Giornata Mondiale dell’Acqua (in inglese World Water Day) istituita dall’ONU che invita le nazioni membri a promuovere attività concrete all’interno dei propri paesi delle Nazioni Unite. Lo scopo è di rendere l’acqua accessibile a tutti facendo un passo alla volta, dalla sensibilizzazione alle azioni concrete di tutti i giorni. Per riuscire in questa impresa ogni anno si organizzano eventi a tema che pongono l’emergenza idrica al centro delle questioni sociali ed economiche. Tuttavia, è fondamentale ogni anno rendere i bambini consapevoli dell’importanza della Giornata Mondiale dell’Acqua facendo luce sulle problematiche e suggerendogli attraverso attività ludiche gesti quotidiani da applicare.

giornata mondiale acqua world water day 22 marzo
giornata mondiale acqua world water day 22 marzo

Cos’è la Giornata Mondiale dell’acqua

La Giornata Mondiale dell’acqua è una ricorrenza annuale dedita a sensibilizzare le persone ad un consumo più responsabile e all’importanza dell’acqua per la vita stessa. Istituita durante il Summit sulla Terra a Rio de Janeiro dal 3 al 14 giugno 1992 dalle Nazioni Unite, la Giornata Mondiale dell’acqua è prevista all’interno delle direttive del programma d’azione per uno sviluppo sostenibile della Terra (agenda 21). La conferenza del ’92 a Rio fu la prima a coinvolgere i capi di stato sull’ambiente e lo sviluppo. Fu un evento di grande impatto mediatico cui parteciparono 172 governi e 108 capi di Stato e di Governo e 2.400 rappresentanti di organizzazioni non governative.

Nel 1996 venne creato il World Water Council (Consiglio mondiale dell’acqua, non governativo) costituito da esperti selezionati da Unesco ed Ecosoc per la loro specializzazione nel settore dell’acqua. Il World Water Council convoca ogni tre anni il Forum sull’acqua (World Water Forum) dove vengono raccolti i contributi e ci si confronta sui problemi locali, regionali e globali, attuali, risolvibili solo con obiettivi e strategie comuni.

Dove nasce l’esigenza della giornata mondiale dell’acqua

A causa della mancanza di acqua, dell’impossibilità ad accedervi facilmente e dell’inadeguatezza dei servizi igienici che comporta la scarsa igiene, muoiono di malattie diarroiche prevenibili circa 1000 bambini ogni giorno. Più di quelli che muoiono per via dell’AIDS, malaria e morbillo messi insieme. Secondo l’agenda 2030 dell’ONU (Programma per lo sviluppo Sostenibile, stilato il 25 settembre 2015 ): “Dal 1990 a oggi 2,6 miliardi persone in più hanno avuto accesso a migliori risorse di acqua potabile, ma ancora 663 milioni di persone ne sono sprovviste” ed è uno dei motivi che rendono la Giornata Mondiale dell’acqua ancora più necessaria.

La Giornata Mondiale dell’acqua nasce inoltre per far sì che chiunque al mondo possa accedere ad una fonte di acqua potabile e ai servizi igienici, diritto imprescindibile di ogni essere umano. E’ quanto riportato dall’Assemblea generale GA/10967 tenutasi il 28 luglio 2010 presso le Nazioni Unite nella sessantaquattresima Assemblea Generale plenaria.

Nel 2021 il tema è stato “Valuing Water”(valorizzare l’acqua). Il 7 e 8 dicembre 2022 a Parigi con l’annuale Vertice sull’acqua ci si focalizzerà sulle acque del sottosuolo, infatti l’evento è chiamato “Groundwater: Making the Invisible Visible ” (rendere visibile l’invisibile) proprio in riferimento al tema centrale del 2022.

World Water Day, nel 2022 il focus della giornata mondiale è per le acque del sottosuolo

Le acque sotterranee o acque del sottosuolo, costituiscono lo 0,6% delle acque del pianeta eppure svolgono un ruolo fondamentale in modo diretto per alimentazione, igiene, salute, ecosistemi e biodiversità. Secondo gli esperti le acque del sottosuolo “indirettamente tendono a ridurre la povertà e le disuguaglianze”.  Le acque sotterranee sono tutte le falde che si trovano al di sotto del terreno, e che in determinate condizioni riemergono dal suolo sotto forma di sorgenti e risorgive. Sono essenzialmente il frutto di falde acquifere naturali influenzate sistematicamente da scarichi illegali, soprattutto d’industria.

Lo scarso controllo delle falde da parte delle autorità sicuramente contribuisce a scaturire “inondazioni e altre calamità legate all’acqua” che come è riportato nell’Agenda 2030 “sono responsabili del 70% dei decessi dovuti a disastri naturali”.

World Water Day 2022: Sensibilizzare le industrie per evitare danni alle falde acquifere

Più dell’80% delle acque di scarico prodotte da attività umane è riversato in fiumi o mari senza sistemi di depurazione” è quanto riportato dall’Agenda 2030 ONU, che va a confermare i peggiori sospetti. Inoltre, il dato diventa ancora più allarmante sapendo che “circa il 70% dell’acqua estratta da fiumi, laghi e acquedotti è usata per l’irrigazione.” Dunque, sensibilizzare le industrie per evitare danni alle falde acquifere è di fondamentale importanza.

I bambini al centro della Giornata Mondiale dell’Acqua ogni anno

I bambini sono al centro della Giornata Mondiale dell’Acqua ogni anno perché è necessario istruirli per un futuro che sia migliore e più sostenibile. In particolare, possono sviluppare fonti di energia rinnovabile attraverso l’acqua, infatti “l’energia idrica è la più importante e più utilizzata fonte di energia rinnovabile; nel 2011, essa ha rappresentato il 16% della produzione elettrica totale mondiale” e speriamo che in futuro ci dia maggiori soddisfazioni. Le previsioni sono ottimali considerato che “tra il 1990 e il 2015, la proporzione di popolazione mondiale che utilizza migliori fonti di acqua potabile è salita dal 76 al 91%”, anche se “ancora 663 milioni di persone ne sono sprovviste”.

I bambini sono già vittime della carenza di acqua nel mondo

Dobbiamo tenere conto che ad oggi l’ONU prevede che “entro il 2050 è probabile che almeno una persona su quattro sia colpita da carenza duratura o ricorrente di acqua potabile.” Ancora più grave se pensiamo che già oggi secondo l’UNICEF “1 bambino su 5 nel mondo non ha abbastanza acqua per soddisfare i suoi bisogni quotidiani” e sono quasi un miliardo e mezzo le persone ad oggi che sono in stato di alta vulnerabilità idrica. Inutile forse, sottolineare quanto la carenza d’acqua incida sulla salute dei bambini.

Conclusioni e Considerazioni finali sul World Water Day

Oggi siamo tutti attenti al tema dell’acqua, quindi la scarsità, la mancanza d’igiene, i bambini assetati, e ci facciamo vanto degli eventi internazionali cui manco tutto il mondo partecipa attivamente. La verità è che è tutto nelle nostre mani, tutti i giorni, non solo il 22 marzo perché si dice che è la giornata mondiale dell’acqua. Ecco quindi cinque cose che possiamo e dobbiamo fare per migliorare la situazione tutti i giorni:

  1. Se non la stai utilizzando chiudi l’acqua:
    1. Mentre ti insaponi sotto la doccia;
    1. Mentre ti insaponi i denti;
    1. Mentre insaponi le stoviglie;
    1. Mentre insaponi la macchina.
  2. Recupera L’Acqua:
    1. Quando scoli le verdure;
    1. Quando rimane poca acqua nel bicchiere;
    1. Irrigare con acqua raccolta dai canali;
  3. Dosa bene l’acqua:
    1. Quando cucini;
    1. Per annaffiare;
    1. Per lavarti;
    1. per igiene domestica.
  4. Usa detersivi ecologici per non inquinare le falde acquifere.
  5. Condividi con gli amici l’importanza di questa Giornata Mondiale dell’Acqua.

CONDIVIDI La Giornata mondiale dell’acqua è il 22 marzo.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.