•  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
Oggi in TV
come guadagnare da casa facendo il cliccatore

Anche quest’anno è ricominciato il momento più importante per le imprese italiane: il Bando Isi INAIL. Questo bando viene istituito direttamente dall’ente nazionale in materia di sicurezza sul lavoro, l’INAIL, ovvero l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro. Oltre 250 milione di euro vengono stanziati come finanziamenti a fondo perduto, destinati soltanto alle imprese italiane che vogliono investire sulla sicurezza delle proprie infrastrutture.

In primis, per poter partecipare, occorre presentare una serie di documenti che certifichino il tipo di progetto che si vuole portare a compimento.

Non solo, ma oltre alla domanda di finanziamento da inoltrare online, la fase successiva infatti risulta essere il Click Day, un evento che si tiene di solito a giugno.

Si tratta di una gara telematica che serve come sistema di assegnazione dei fondi: vengono assegnati in ordine cronologico di arrivo della domanda e, a seconda dell’asse di appartenenza, vanno fino ad esaurimento.

La velocità di inserimento con cui vengono inseriti i dati stabilisce se l’azienda avrà accesso o meno ai fondi, potendo così realizzare i progetti per la sicurezza sul lavoro dei propri dipendenti.

In quanto bando nazionale, la competizione risulta essere spietata: sono oltre ventimila le aziende italiane che partecipano al bando.

Essendo un appuntamento annuale, sono nate diverse società in grado di fornire servizi che permettono alle imprese di aggiudicarsi i fondi:

  • Società di consulenza, che seguono le aziende nella presentazione delle pratiche per l’inoltro della domanda di ammissione.
  • Società che forniscono i cliccatori, ovvero gli operatori telematici che effettuano l’invio del codice identificativo il giorno del Click Day.

I cliccatori ricevono il codice identificativo delle aziende nei giorni precedenti al Click Day, poi quello stesso giorno si occupano di inserirlo all’interno dell sportello online INAIL.

Ma non basta, perché oltre all’inserimento del codice, devono anche risolvere un captcha per procedere con l’invio.

Il captcha ha l’obiettivo di verificare che l’invio sia effettivamente fatto da un operatore umano e non con l’utilizzo di software illegali per assicurarsi la vittoria.

Per questo motivo, il ruolo del cliccatore è di fondamentale importanza: dalla loro velocità di inserimento viene determinato quali aziende si aggiudicano i fondi. Anche pochi millisecondi, infatti, possono determinare l’esclusione!

Tutto il tempo e le risorse investite dalle aziende, durante l’anno, per partecipare al bando dipendono dalle performance dei cliccatori.

Da qui nasce il bisogno delle aziende di affidarsi a professionisti che siano formati specificatamente per questo scopo, con tempi di inserimento dati inferiori ai 5 secondi.

In Italia ci sono diverse aziende che forniscono questo servizio, ma una su tutte è Clickday.it.

Edizione dopo edizione del Click Day, la loro esperienza e la loro etica professionale li ha resi una delle poche società, in Italia, in grado di gestire una notevole squadra di oltre 150 cliccatori.

Durante l’edizione passata, i loro cliccatori hanno realizzato persino i 2 migliori tempi di tutta Italia.

Come se non bastasse, sono gli unici a garantire un guadagno per il cliccatore anche se non riesce a fare un tempo vincente durante il Click Day, permettendo così a tutti di guadagnare con gli allenamenti.

Se vuoi saperne di più su come diventare un cliccatore e i requisiti richiesti, dai un’occhiata al loro sito: potrai guadagnare un piccolo extra, lavorando da casa e con un impegno di tempo davvero minimo.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.