coronavirus tocilizumab cura la polmonite da covid 19

Tocilizumab è un farmaco anti-artrite che all’Ospedale Pascale di Napoli si è dimostrato efficace contro la polmonite da Covid 19 su tre pazienti. I miglioramenti dei contagiati dal Coronavirus sono visibili in 2 giorni, lo dice il dottor Paolo Ascierto che ha già potuto estubare uno di loro. Il dottor Maurizio Caminiti invece ci spiega scientificamente perché tocilizumab funziona contro la polmonite interstiziale da Covid 19. L’appello dei medici di Napoli: Istituire un protocollo nazionale per usare Tocilizumab sui pazienti Covid. Ma al nord sperimentano il Remdesivir.

Tocilizumab, farmaco anti-artrite contro il Coronavirus

Coronavirus, Farmaco Tocilizumab – All’istituto per i tumori Pascale non ci sono dubbi: Il farmaco Tocilizumab anti-artrite è anche antivirale e può curare la polmonite da Coronavirus. “Domani sarà estubato uno dei tre pazienti perché le sue condizioni sono migliorate” dice il professor Paolo Ascierto da Napoli.

Il farmaco sembra prevenire l’esplosione delle citochine come reazione del sistema immunitario. Quest’azione è fondamentale nei pazienti Covid gravi perché l’esplosione delle citochine porta solitamente alla morte del paziente.

Dopo un’intuizione tra colleghi si è provato a somministrare Tocilizumab a tre pazienti ricoverati in gravi condizioni in terapia intensiva. A 48 ore di distanza dalla somministrazione del farmaco Tocilizumab – usato per artrite reumatoide, lupus e psoriasi – i pazienti migliorano. Uno di loro può addirittura essere estubato a questo punto.

I medici di Napoli ora chiedono un protocollo nazionale per l’impiego di Tocilizumab nei pazienti contagiati dal nuovo Coronavirus e in condizioni critiche.

Coronavirus, Napoli: Tocilizumab, è efficace contro la polmonite da Covid 19

Coronavirus, Farmaco Tocilizumab – Il professor Paolo Ascierto dall’Istituto per i Tumori Pascale di Napoli fa un appello anche per uno studio multicentrico:

“Il farmaco ha dimostrato di essere efficace contro la polmonite da Covid-19 – dice l’oncologo Paolo Ascierto -. A Napoli sono stati trattati i primi due pazienti in Italia, in 24 ore la terapia ha evidenziato ottimi risultati e domani sarà estubato uno dei due pazienti perché le sue condizioni sono migliorate. Ieri è iniziato il trattamento per altre due persone ed oggi ne tratteremo altre due”.

“Altri malati hanno già ricevuto la terapia anche nei centri di Bergamo, Fano e Milano. Ma è molto importante che il suo utilizzo venga esteso quanto prima, così potremo salvare più vite. La nostra struttura insieme all’Azienda Ospedaliera dei Colli è stata la prima, in Italia, a utilizzare questa terapia nei pazienti con coronavirus. Abbiamo stabilito un vero e proprio ponte della ricerca con i colleghi cinesi, che avevano già osservato un miglioramento nei malati trattati in questo modo – spiega inoltre Gerardo Botti, Direttore Scientifico del Pascale -. Solo la collaborazione internazionale consentirà di mettere a punto armi efficaci contro il Covid-19 e il Pascale da sempre si distingue per la capacità di siglare collaborazioni a livello globale. I risultati positivi di Tocilizumab devono essere validati, per questo serve uno studio multicentrico nazionale“.

Paolo Ascierto, presidente Fondazione Melanoma e Direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale di Napoli.

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha assicurato un iter veloce per approvare l’uso negli ospedali in poche ore di farmaci che funzionano contro il Covid 19. I requisiti sono la disponibilità di dati sulla sicurezza dell’impiego nell’uomo, ricorda l’Aifa all’Adnkronos Salute. Oggi però sono iniziate le sperimentazioni negli ospedali del nord e allo Spallanzani di Remdesivir, un altro farmaco antivirale, usato contro l’Ebola.

Perché Tocilizumab funziona contro la polmonite da Covid 19

Il Dottor Maurizio Caminiti spiega perché il Tocilizumab è efficace contro la polmonite da Covid 19.

“Molti pazienti hanno ottenuto miglioramenti del quadro clinico con riduzione del danno sia articolare che multiorgano, legato al rischio cardio-vascolare e polmonare (polmoniti interstiziali). Questo avviene perché l’artrite reumatoide è una malattia sistemica che, oltre a colpire le articolazioni – spiega il dottore – interessa anche gli organi interni.”

La condizione che porta alla morte dei pazienti con polmonite da Covid 19 può essere migliorata. Caminiti spiega nel dettaglio: “La complicazione più temibile dell’infezione da Coronavirus è la polmonite interstiziale bilaterale rapidamente progressiva sostenuta dall’iperproduzione di proteine (citochine) infiammatorie (sindrome da rilascio di citochine). Questa condizione provoca gravi danni polmonari e può portare alla morte”.

Il Dott. Caminiti allora conferma che il “tocilizumab” potrebbe essere utile per questa drammatica complicazione, come dimostrato sui pazienti cinesi. “Il ‘tocilizumab’, anticorpo monoclonale, inibisce la chitochina IL-6, tra le proteine pro infiammatorie più importanti, modulando l’eccessiva produzione di queste citochine che in alcuni casi può portare ulteriori danni e diventare fonte di progressivi sintomi”.

In parole spicciole: La polmonite da Covid 19 per aggravarsi sviluppa una gran quantità di queste citochine, quando ce ne sono così tante il paziente malato può morire.
Tocilizumab funziona perché riduce la quantità delle citochine, facendo migliorare le condizioni di vita del paziente Covid.

Altri farmaci utilizzati per trattare pazienti con il Covid 19

Coronavirus, Farmaco Tocilizumab – Ma quali sono al momento i medicinali con le carte in regola per fare la differenza nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19?

  • Favilavir: antivirale con minimi effetti collaterali.
  • Remdesivir: un farmaco per Ebola, ancora in fase di sperimentazione ufficiale che dà finora buoni risultati in tutto il mondo.
  • Tocilizumab: approvato anche dalla Cina, è un farmaco anti-artrite.
  • Farmaci contro l’HIV. Fanno parte dei ‘cocktail’ di farmaci per il trattamento dei pazienti italiani malati di Covid 19.
    • Lopinavir: inibitore della proteasi dell’Hiv, impiegato insieme al simile Ritonavir.
    • Darunavir: inibitore della proteasi di cui rapporti aneddotici suggeriscono una potenziale attività antivirale contro il nuovo coronavirus.
  • Galidesivir: farmaco antivirale, è inibitore nucleosidico dell’Rna polimerasi che interrompe il processo di replicazione virale. Chi l’ha usato per Ebola, Zika, Marburg e Febbre Gialla ha notato maggiori chance di sopravvivenza nei pazienti. Galidesivir è attualmente in fase di sviluppo avanzato.

CONDIVIDI le ultime news sulle potenziali cure e farmaci del Covid 19, causato dal Nuovo Coronavirus.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.