Passaporto Sanitario obbligatorio per andare in Sardegna, è l’ultima decisione di Solinas con l’intenzione di una fase 2 permettendo Turismo in sicurezza. Il costo del passaporto sanitario per la Sardegna però sembra essere a carico di turisti ed emigrati che chiedono se è possibile farsi rimborsare i costi sostenuti. Il presidente della regione Sardegna Christian Solinas sul passaporto sanitario è stato molto chiaro ma così facendo si rischia di non poter riaprire l’isola. Ci si continua a chiedere “passaporto sanitario sì, ma come farlo” (?) e allora abbiamo indagato per saperne di più per andare in Sardegna e potervi riferire quanto è.

passaporto italiano sanitario sardegna costo come farlo

Passaporto sanitario in Sardegna, cosa è

Il passaporto sanitario in Sardegna è un recente obbligo per tutti i turisti ed emigrati sardi che intendono mettere piede sull’isola nella fase 2 dell’emergenza Covid-19. Il passaporto sanitario certifica che quel turista ha effettuato tampone e test sierologico risultando negativo ad entrambi i test.

La Regione Sardegna richiede questo passaporto a chi vuole andare in visita per evitare la quarantena a turisti ed emigrati della Sardegna e per evitare che si abbia un nuovo focolaio di Coronavirus.

Costo del Passaporto Sanitario

Il passaporto sanitario di una famiglia di 4 persone che vogliono andare in Sardegna, verrebbero a costare ben 500 euro, (40 euro per il test sierologico e 80 euro di tampone). Il costo del passaporto sanitario dunque sarebbe di almeno 120 euro. A rivelarlo è la presidente della Fasi (Federazione Associazioni Sarde in Italia), Serafina Mascia la quale scrive a Solinas ponendo una serie di interrogativi.

In primo luogo, scrive Mascia, “attendiamo indicazioni sulle tappe di riapertura degli aeroporti di Olbia ed Alghero“. Poi, delucidazioni sulle “condizioni alle quali sarà necessario sottoporsi per entrare nell’Isola”. “E non solo per evitare ogni ipotesi di quarantena – si spiega nella lettera – ma anche per valutare possibilità, costo economico e convenienza del passaporto sanitario, della disponibilità dei tamponi, dei test sierologici”.

Mascia ricorda infatti che “secondo i prezzi praticati in diverse regioni italiane, il costo di un passaporto sanitario per una famiglia di 4 persone si aggira attorno ai 500 euro (analisi sierologica 40 euro, tampone 80 euro)“. Insomma, il passaporto sanitario diventa “un aggravio sul costo del viaggio”. Quindi, la richiesta è i costi “sono rimborsabili e in che modo? Sono a carico della Regione? Ci sono piani precisi per accedere a fondi nazionali ed europei? Secondo quali procedure?”.

Considerando che al costo del passaporto sanitario per andare in Sardegna si dovranno comunque aggiungere le spese in più di viaggio. Visto che anche gli aerei trasporteranno la metà delle persone, si rischia che l’isola resti barricata mentre il resto d’Italia apre.

Passaporto Sanitario: Come farlo?

Non è ancora stato stabilito se ci sarà un passaporto sanitariocome farlo. Se il presidente della Sardegna Christian Solinas è così determinato a richiedere ai turisti il passaporto sanitario, senza però dire come farlo, c’è chi coglie l’occasione per riportarlo con i piedi in terra. Ad opporsi alla decisione di Solinas sui passaporti sanitari c’è proprio lui, il Ministro per gli Affari Regionali Boccia che dal canto suo afferma: “Ad oggi non esistono i passaporti sanitari, le regole le fa il Parlamento“. E aggiunge: “Le decisioni sulla mobilità nazionale, quando riguardano la salute pubblica, sono di competenza dello Stato”, in diretta per Mattino Cinque.

Dunque a chi dare ascolto? E come tornare in Sardegna senza doversi mettere in quarantena? Ancora una volta gli esponenti del Governo danno il meglio di sé per far perdere tempo ai cittadini.

Gli effetti sul Turismo della situazione in Sardegna

Come ben sappiamo la Sardegna vanta alcune delle spiagge più belle e ricercate dai turisti che vengono in Italia nella stagione estiva. Tutte le attività che si trovano lungo la costa (stabilimenti, locali, bar, ristoranti, gelaterie e negozi) dipendono dal turismo al 100%. Possiamo solo immaginare quale disastro accadrebbe se i turisti non potessero raggiungere le coste della Sardegna quest’anno a causa del passaporto sanitario perché non sanno come farlo.

Il Turismo per le aree di mare come la nostra bellissima Sardegna significa sussistenza anche per l’inverno. Ecco perché bisogna muoversi con questo passaporto. Chi ha uno stabilimento balneare, un ristorante sulla spiaggia o una gelateria non lavora molto in inverno (seppur lavora). E’ per queste ragioni che il Governo deve subito intervenire e dare delle regole precise agli imprenditori e spiegare a quali condizioni bisogna riaprire. Perché se non si riapre quegli imprenditori non mangeranno nulla ad ottobre 2020 e sarà un vero disastro. Non smettiamo mai di chiedere a gran voce al Governo di darsi una mossa, ma a quanto pare le parole iniziano a non servire più.

CONDIVIDI le novità sul Passaporto Sanitario per andare in Sardegna.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.