Oggi in TV

Già una volta il premo Nobel per la Medicina nel 2008 Luc Montagnier aveva avvertito con largo anticipo la comunità scientifica degli effetti avversi dei vaccini. Luc Montagnier ha 90 anni, ma tutt’oggi studia con il suo team di ricerca il virus Sard-Cov-2 e i vaccini contro il Covid, in particolare quelli con tecnologia mRna che sfruttano la proteina Spike. I vaccini possono uccidere, e lo sappiamo in quanto anche altri riconoscono questa possibilità, seppur in forma ridotta, tuttavia in Italia i vaccini contro il Covid sono obbligatori, per ora solo per chi è over 50 anni. Luc Montagnier, invitato alla manifestazione novax di Milano organizzata dal senatore Gianluigi Paragone, per certi versi non ha fatto che ribadire ciò che già ci aveva detto a inizio pandemia, i vaccini possono uccidere, ma ha aggiunto anche dettagli interessanti su un possibile scenario futuro che ci riguarderà tutti, ha detto “I non vaccinati possono salvare l’umanità.”

luc montagnier non vaccinati salveranno umanità

Luc Montagnier arriva a Milano, 15 gennaio 2022

Abbiamo seguito la diretta tv di Byoblu, un canale d’informazione che alcuni definiscono NOvax, ma che semplicemente riporta integralmente i fatti accaduti con lucidità e senza dare conto a nessuno. La TV del cittadino ha proposto a partire dalle ore 17.00 del 15 gennaio 2022 fino a poco oltre le 17 e 30 l’intervento di Luc Montagnier, premio nobel nel 2008 per la medicina e tutt’oggi ricercatore di grande successo, a Milano, dove era organizzata la manifestazione del Senatore Gianluigi Paragone.

Nel bel mezzo della folla ecco Luc Montagnier senza mascherina, un signore di 90 anni che ha ancora l’energia di dire a gran voce la verità scientifica, cui tiene particolarmente, sui vaccini e sulle cure al Covid-19. Ciò che dice alla folla di Novax – ossia folla di uomini, donne, bambini, vaccinati, non vaccinati, greenpassati e non greenpassati, lavoratori del settore pubblico e privato o semplicemente disoccupati, pensionati o studenti – è scioccante: “I non vaccinati possono salvare l’umanità.” O meglio “Il futuro dell’umanità dipenderà dai non vaccinati, che saranno gli unici a poter salvare i vaccinati, a curarli.

Questa frase però non arriva subito, prima infatti Montagnier ha dovuto dare delle spiegazioni, ha motivato le sue parole di due anni fa e ha motivato ciò che sta accadendo adesso, nel 2022, con quasi la totalità della popolazione vaccinata e ancora alle prese con restrizioni e lockdown anche per chi si è vaccinato una o due volte.

Secondo Luc Montagnier “la soluzione è una combinazione di cure”

Il dottor Montagnier ha detto cosa ha scoperto finora sul Covid-19, la malattia causata dal virus Sars-Cov-2. “Ho immagini di batteri intestinali pieni di virus. E’ un combattimento continuo tra batteri e il virus (SARS-COV-2, ndr).” Parlando di intestino il dottore specifica che la malattia, il Covid-19 “si combatte anche con alimentazione sana e igiene. La soluzione è una combinazione di cure. Il vaccino non cammina da solo, c’è stato un terribile errore di strategia da parte dei governi (che vogliono vaccinare tutti, ndr).”

I vaccini non proteggono assolutamente, e sta venendo fuori piano piano. E’ riconosciuto a livello scientifico da tutti, oggi. Ci sono sia esperimenti che lo provano che casi reali di vaccinati che si ammalano. Il vaccino anzi favorisce altre infezioni”, chiosa Montagnier.

Cosa ha detto Montagnier su: Effetti avversi da vaccino, proteina Spike e vaccino obbligatorio

Cosa ha detto Montagnier su effetti avversi da vaccino, proteina Spike e vaccino obbligatorio? Il premio nobel si è espresso duramente sulla proteina spike ritenendo che “La proteina usata nei vaccini è tossica per l’uomo, è veleno per noi! […] Tanti Paesi si sono dimenticati di curare, esistono antibiotici che curano bene il Covid-19” forse si riferisce al famoso Zitromax (Azitromicina) di cui stranamente in Italia siamo rimasti senza proprio nel peggior momento dell’anno?

Montagnier continua dicendo che “questo vaccino può causare gravi malattie al cervello. Gli effetti avversi possono manifestarsi anche dopo la seconda o dopo la terza dose. Fate attenzione alla condizione clinica di queste persone. Nessuno può prevedere quanti vaccinati contro il Covid avranno problemi legati alla vaccinazione. Chiedo ai miei colleghi di Fermare subito la Vaccinazione! I medici sono tutti informati e responsabili delle conseguenze. Ne va del futuro dell’umanità.” Un appello che andrebbe preso seriamente da uno scienziato di questo spessore, ma che passa inascoltato come tutto ciò che va contro la narrazione del Governo.

Speriamo si sbagli, ma se Montagnier afferma quanto segue allora ne avrà le prove: “Chi ha già patologie, come il cancro, non deve vaccinarsi. Nel vaccino c’è alluminio che avvicina la morte, e non cura. Lo stesso vale per il vaccino antinfluenzale che è altrettanto pericoloso.” Ritiene infatti che “Il vaccino non cura e non protegge assolutamente e sta venendo fuori. È riconosciuto a livello scientifico da tutti, grazie a esperimenti e testimonianze. I vaccini favoriscono lo sviluppo di altre infezioni. È un crimine assoluto dare il vaccino a dei bambini.”

Montagnier a 90 anni è ancora un ricercatore attivo

Luc Montagnier, che i novax citano ormai da inizio pandemia sui social per avvalorare le loro tesi, ha confermato le sue precedenti affermazioni, questo ha rincuorato i non vaccinati, ma ha scosso tutti gli altri, che si sono comprensibilmente difesi dicendo che Montagnier è fermo a studi di 30 anni fa. Curioso come un medico di fama mondiale possa essere snobbato per comodità usando qualche stupido cliché quando è chiaro a tutti che i suoi studi non si sono mai fermati e lo conferma anche in diretta da Milano. Quando il senatore Paragone gli chiede “A 90 anni lei ancora studia oppure si è fermato e ci parla da ex-premio nobel?” Lui ha risposto subito che “la ricerca continua, io e il mio team continuiamo a studiare e non siamo ancora arrivati al dunque“, c’è ancora molto da dire sui vaccini e sul Covid.

Paragone: Cosa direbbe ai giovani? Montagnier: “Bisogna intervenire tutti, trovare tutte le menzogne nascoste dietro di voi e rispettare la verità scientifica. Viva la libertà.”

Paragone: Macron e Draghi, due banchieri al governo di Francia e Italia, secondo la sua opinione stanno facendo il gioco delle Big Pharma? Montagnier “VI DOVETE SVEGLIARE – ha gridato – Draghi e Macron sono due persone, non sono abbastanza per fermare il potere di un intero popolo unito!” A prescindere dal contesto è innegabile che in un momento storico di divisione su tutti i fronti una frase del genere che parla di unione e potere nelle mani del popolo ha fatto un bel po’ rumore nei cuori dei novax che sperano di poter tornare presto liberi, come lo erano nel 2019.

Considerazioni finali

Esponendo le sue scioccanti scoperte in piazza a Milano Luc Montagnier era molto tranquillo, il suo tono di voce era calmo, i suoi occhi erano sereni e nel dire cose temibili – come il fatto che ci sarà bisogno in futuro di salvare l’umanità – il suo sguardo non sembrava preoccupato, la sua voce non è sembrata incrinarsi neanche un po’. Certo, lo ha detto a modo suo, e lui magari è così, magari è semplicemente il suo tono di voce preoccupato che noi tutti non conosciamo bene. E’ stato strano, qualcuno ha ipotizzato “lo pagheranno per aizzare la folla novax.

Forse nel divulgare queste informazioni così delicate però non si fa problemi semplicemente perchè ha 90 anni, e diciamocela tutta, quel “futuro” nefasto di cui parla probabilmente lui non lo vivrà, non sarà lui a dover salvare l’umanità. Forse pare così tranquillo per questo. Nel fare queste riflessioni però state certi che non stiamo dubitando delle sue parole, perché sicuramente è uno dei pochi scienziati che ancora rivela con assoluta trasparenza i suoi studi, persino in piazza, con parole semplici che tutti possano capire e nonostante queste scoperte vadano contro la propaganda vaccinale.

Senza paura, senza timore e anche senza nulla da perdere (molto probabilmente), il dottor Luc Montagnier ha detto a tutto il mondo quello che ha scoperto e quello che potrebbe essere un futuro scenario, una cornice preoccupante dell’indomani. Che piaccia o no, questa è la verità scientifica condivisa da tutti i medici del mondo a quanto detto da lui.

Possiamo avere fiducia nelle sue parole oppure no, possiamo credere che c’è ancora tutto da salvare o che il vaccino è la vera soluzione a tutti i problemi del mondo, sta di fatto che solo il tempo ci dirà chi aveva ragione oggi, ma poi sarà tardi per cambiare idea e rimediare. Ecco perché nello scegliere di cosa siamo certi e di cosa, o di chi, invece dobbiamo diffidare oggi dobbiamo fare molta attenzione, essere critici e pensare, sempre, con la nostra testa.

Vi lasciamo con un pensiero che il professor Montagnier ha espresso proprio a Milano: “La natura vincerà sempre. L’uomo si deve concentrare sulla legge della natura.

CONDIVIDI Luc Montagnier a Milano “I non vaccinati possono salvare l’umanità”.

Quanto riportato tra virgolette è una sintesi del discorso di Montagnier redatto sulla base della traduzione in tempo reale di ciò che diceva il premio Nobel, quindi il contenuto non è riportato parola per parola, ma certamente non è stato in alcun modo mutato il significato di quanto detto. Faremo una revisione correttiva per eventuali imprecisioni, intanto ci scusiamo per il disagio.

PS: alcuni dicono che Luc Montagnier sia vaccinato, eppure parla male dei vaccini. Dunque non vi viene il lecito dubbio… magari si è fatto vaccinare per poter avere il vaccino e studiarlo a fondo come non gli avrebbero permesso altrimenti?

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.