• 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Firmato nuovo contratto medici, 10 anni d’attesa: l’arte della suspance

Firmato nuovo contratto medici
Firmato nuovo contratto medici

Avete presente quel momento in cui dovete assolutamente concentrarvi su qualcosa ma non vi riesce e quindi impiegate il triplo del tempo per fare quella cosa? Probabilmente a quelli dell’Aran è accaduto proprio questo, tuttavia il risultato è ottimale: firmato nuovo contratto medici.

Dobbiamo ammettere che la suspance c’è e neanche poca, ma la notizia giunta dall’Aran è molto buona per tutti i lavoratori del settore sanità: dai medici ai neoassunti, agli addetti alla guardia, infermieri e anche ai medici di pronto soccorso. Finalmente è stato firmato il nuovo contratto medici dopo un’attesa lunga dieci anni, il minimo era fare il massimo.

Tra le prime novità Andrea Filippi, segretario FP Cgil Medici afferma: “Si prevede un aumento medio pro capite di 200 euro al mese”. Non male, ma questo è anche meglio: “Sono state premiate le carriere gestionali e professionali ed è stato valorizzato finalmente il lavoro dei giovani neoassunti che prenderanno una retribuzione di posizione minima di 1.500 euro annui da subito. Un fatto storico mai accaduto prima.

Effettivamente ai giovani neoassunti tocca sempre una ‘paghetta’ più che uno stipendio, finalmente qualcosa di buono anche per loro.

Il segretario della Cgil medici infine, si lascia prendere dall’entusiasmo: “Nonostante le poche risorse a disposizione, abbiamo aumentato le buste paga di tutti i dirigenti del servizio sanitario nazionale, valorizzato il lavoro dei giovani, premiato le carriere, aumentato la quota pensionabile, e retribuito il disagio di chi lavora la notte. Si valorizza così la dignità del lavoro pubblico e la centralità del servizio sanitario pubblico”. Evvai, ci sono voluti dieci anni ma, almeno a quanto sembra, ne è valsa la pena.

Resta solo una domanda: Sono dieci anni che i lavoratori degli ospedali aspettano un contratto, sicuramente con queste modifiche avrebbero vissuto meglio, quindi perché non accelerare i tempi in questi casi? Solo i cittadini hanno sempre tempi ristretti e limitati per tutto? Evidentemente è un lusso che alle persone semplici non è concesso avere.

Diffondi il tuo pensiero sui social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.