Carne contaminata da listeria in Spagna, il contagio può essere letale. Lanciato un allarme mondiale per avvisare i turisti. 150 casi accertati e un decesso.

carne contaminata da listeria

Un nuovo virus potenzialmente letale ha colpito l’Europa, questa volta in Spagna. La causa è il cibo, carne contaminata da Listeria, in particolare carne di maiale. I lotti sono stati ritirati solo una settimana dopo la scoperta, questo ha suscitato l’indignazione degli spagnoli che ora si ritrovano ben 150 casi accertati di infezione e un decesso.

L’allerta è stata diffusa subito ma i lotti infetti sono stati ritirati nel giro di una settimana circa. Questo ha fatto sì che moltissime persone venissero infettate. Attualmente si stanno cercando conferme su 500 casi ulteriori da accertare. L’allerta è mondiale soprattutto per avvisare i turisti, che non vivendo in Spagna potrebbero non essere a conoscenza dell’infezione virale.

“L’origine dell’epidemia è stata identificata dalle autorità locali nella contaminazione da listeria di alcuni lotti di carne macinata di maiale prodotta da un’azienda di Siviglia, la Magrudis SL, e messa in commercio con il marchio La Mechá. Le autorità hanno chiuso lo stabilimento fornitore e stanno testando tutti i suoi prodotti.”

Causata dal batterio Listeria monocytogenes la malattia provoca diversi disagi a chi lo contrae. Per ora sono diversi i contaminati che hanno dovuto subire un ricovero ospedaliero per essere adeguatamente curati, tra loro anche la donna deceduta, aveva 90 anni ed era in condizioni di salute precarie. Questa malattia colpisce tutti: bambini, anziani e donne, anche incinte.

“La listeriosi è un’infezione generalmente dovuta all’ingestione di cibo contaminato e pertanto classificata fra le malattie trasmesse attraverso gli alimenti. Questa infezione può assumere diverse forme cliniche, dalla gastroenterite acuta febbrile più tipica delle tossinfezioni alimentari, che si manifesta nel giro di poche ore dall’ingestione, a quella invasiva o sistemica. La listeria è, «un batterio che, negli adulti sani, provoca una gastroenterite non grave. Può però essere pericoloso per anziani, bimbi, donne incinte o persone con un sistema immunitario debole. In questi casi, la disidratazione può essere particolarmente grave e il batterio può colpire in modo sistemico, provocando sepsi e, come in Spagna, anche la morte.”

Prevenire il contagio? Si può! La conservazione degli alimenti in frigo o in freezer abbatte numerosi batteri presenti su carne, latticini e verdure (alimenti che possono trasmettere il batterio incriminato) ma non uccide i batteri, questo accade solo se gli alimenti vengono cotti a più di 70° per qualche minuto. Tenere sempre un’ottima igiene facendo attenzione alla pulizia della cucina aiuta moltissimo ad abbassare le probabilità di contrarre il batterio. Si raccomanda di cuocere bene gli alimenti, di non conservarli a lungo e di non tenerli a temperatura ambiente per troppo tempo se non vengono consumati.

Diffondi il tuo pensiero attraverso i social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.