Taglio parlamentari il Voto alla camera oggi, cosa cambia

taglio parlamentari

Taglio dei parlamentari oggi il voto finale alla camera dei deputati per approvare la riforma Fraccaro, dal nome del sottosegretario dei 5 stelle. Il disegno di legge sul taglio dei parlamentari ridurrà il numero di deputati e senatori italiani. Il numero dei parlamentari italiani scende in un colpo solo da 945 a 600. Rispettivamente il numero deputati passa da 630 a 400, e il numero senatori da 315 a 200. E non è tutto.

Il taglio dei parlamentari si aggiunge al taglio dei seggi per i deputati da 12 a 8, e per i senatori da 6 a 4 eletti all’estero. Inoltre, cambia il rapporto numerico di rappresentanza sia alla Camera sia al Senato:

  • alla Camera ci sarà 1 deputato per 151.210 abitanti, mentre oggi era 1 per 96.006 abitanti;
  • al Senato ci sarà 1 senatore per 302.420 abitanti, mentre oggi era 1 ogni 188.424 abitanti.

Risparmio dal Taglio parlamentari

Il Movimento 5 stelle avrà una bella botta di fiducia se oggi alla camera più di 316 deputati voteranno a favore. Gli italiani avranno la dimostrazione che quel che si dice poi viene realizzato, e non è scontato in Italia ricevere questo tipo di segnali dal governo.

Risparmio dal taglio parlamentari, a quanto ammonta? In questo video Luigi di Maio ricorda a tutti il guadagno che si otterrà dalla manovra sul taglio dei parlamentari: circa “1 MILIARDO” di euro ogni due legislature, dunque ogni 10 anni. Il risparmio annuale dal taglio dei parlamentari è pari a 100 milioni di euro.

https://twitter.com/Mov5Stelle/status/1177281680853348354

Luigi Di Maio va molto fiero di questo provvedimento legislativo, disse “alla faccia di chi dice che vogliamo tenerci le poltrone” proprio come vi avevamo anticipato.

Taglio dei parlamentari: rivolta social

Ci farà pure risparmiare, ma gli italiani proprio non si mettono d’accordo: Una volta tutti chiedevano di mandare a casa i parlamentari lamentandosi dei loro stipendi troppo alti. L’Italia chiedeva a gran voce il taglio agli stipendi dei parlamentari, delle auto blu, eccetera. Oggi, nel momento finale in cui i partiti sono chiamati ad esprimere la loro decisione con il voto alla camera i social si riempiono di accuse perché meno parlamentari al governo vuol dire meno democrazia.

E’ vero che al governo italiano non ci sono mai le persone giuste e che vorremmo una politica più onesta, democratica e giusta, ma sembra impossibile riuscire a ottenerla cambiando opinione un po’ come tira il vento. E’ vero sia che risparmiamo sia che c’è meno democrazia ma di una cosa dovremo soffrire: pagare un maggior numero di politici oppure avere maggiore democrazia? Lasciamo a voi la risposta.

Chi vota a favore alla Camera oggi

Oggi alla Camera la maggioranza dei parlamentari di diverse fazioni politiche voterà a favore; Forza Italia di Silvio Berlusconi, Italia Viva di Matteo Renzi, Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, Partito Democratico di Nicola Zingaretti, ovviamente tutto il Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio.

L’unico partito che ancora non ha ufficialmente espresso la sua preferenza in anticipo è la Lega di Matteo Salvini che però molto probabilmente voterà anch’essa a favore. Finora il numero parlamentari italiani che voteranno a favore è 344, ben oltre il minimo necessario per approvare la legge riforma costituzionale.

CONDIVIDI le ultime news sul tema taglio parlamentari e dicci la tua!

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.