Rifare tutto? Sinceramente non lo so“, ammette il ministro della salute Roberto Speranza al giornalista del Corriere della Sera che lo intervista. E’ forse iniziato lo scaricabarile nei confronti del Premier Giuseppe Conte, ognuno parla per sé e Roberto Speranza non sembra essere alleato. Proprio questi giorni la pm di Bergamo ha sentito Speranza, Conte e Lamorgese come persone a conoscenza dei fatti, per “epidemia colposa”. La mancata istituzione della zona rossa a Nembro e Alzano è stato un vero e proprio reato che dovrà assicurare alla giustizia il responsabile. Ecco le parole di Roberto Speranza che ha tramutato la sua posizione da 90 a 180 gradi facendo scaricabarile nei confronti di Giuseppi Conte.

roberto speranza scaricabarile conte alzano nembro

Roberto Speranza al Corriere della Sera

“Rifare tutto? Sinceramente non lo so”. Secondo noi quest’incertezza è frutto di grandi errori consapevolmente commessi, la prova definitiva che qualcosa è andato storto ad Alzano e Nembro, e non per una dimenticanza.

Roberto Speranza, intervistato dal Corriere della Sera, risponde così a chi gli chiede un commento sulle parole di Giuseppe Conte. Parole ripetute ai pm di Bergamo che indagano per “epidemia colposa” sulla mancata istituzione della zona rossa a Nembro e Alzano.

“Ci sarà modo di ragionare su tutto e lo farò con la massima serietà – spiega il ministro della Salute -. Quel che è certo è che ho sempre agito avendo a cuore la salute e la vita delle persone”.

Roberto Speranza – Ministro della Salute intervistato dal Corriere della Sera.

Speranza scaricabarile per tenersi la poltrona

“Questo governo a tutte le energie e le forze per poter interpretare la fase di ricostruzione a cui siamo chiamati dopo aver gestito quattro mesi durissimi. Ora la sfida vera è trasformare una crisi così profonda in opportunità di ripartenza”. Roberto Speranza insomma sta facendo da scaricabarile giusto per tenersi la poltrona. Non ammette i suoi errori e li scarica sul premier Conte, che già ne fa tanti di suo, quindi uno in più, uno in meno… chi se ne accorge?

Roberto Speranza è pronto per il nuovo governo

Sulla prospettiva di un rimpasto di governo, Speranza è categorico: “Giusto che ognuno di noi alzi sempre l’asticella per fare di più e meglio, ma questa è la squadra. Nessun rimpasto, è il momento delle grandi idee e non di discutere delle caselle. La stagione del rigore e dei tagli alla spesa pubblica si va a archiviando, dobbiamo lavorare per ridurre le diseguaglianze e far ripartire la domanda”. Il governo reggerà all’autunno? “Serve un maggior afflato politico. Credo che l’alternativa alla destra si costruisca attorno all’asse tra centrosinistra e M5s“. Un’alleanza strutturale, a partire già dalle prossime elezioni regionali del 20 settembre.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.