Salvini a Pontida bimba di Bibbiano usata per la propaganda

salvini a pontida con la bimba di bibbiano

Non ci sono scuse per l’ex vicepremier Matteo Salvini, pensavamo che ora che il suo governo è caduto fosse tornato a riflettere un po’ più lucidamente. Evidentemente però, le feste come quelle del Papeete Beach e di Pontida gli danno alla testa irreparabilmente. Ieri la giornata con Salvini a Pontida è stata rovente di insulti, sia dal web, che dai suoi colleghi, che dai giornalisti. Oh, i voti però sono sempre a suo favore! Nonostante usa la bimba di Bibbiano per farsi propaganda: “PRIMA GLI ITALIANI”.

Salvini strumentalizza il caso Bibbiano

La bambina in foto è una delle vittime del caso Bibbiano. La bimba e sua madre sono state tragicamente protagoniste in prima persona degli affidi illeciti a Bibbiano. Salvini punta il dito contro il Partito Democratico, “è il partito di Bibbiano”, ma un italiano sui social ricorda a tutti:

Bibbiano è una brutta pagina dell’Italia, non di un partito, non di pochi. Strumentalizzare questa vicenda, portare una bambina su di un palco è una vergogna. Essere politici è altra cosa.

Il ministro Calenda invece replica “Siete senza onore“, poche parole, dritte al punto.

La furia degli italiani sul web

Le persone sono sconcertate da quello che il senatore Salvini è in grado di fare. Trova sempre un modo per restare sulle pa**e a tutti, ma come fa? Uno dice “Credevate di aver toccato il fondo? Illusi. Salvini espone sul palco di Pontida 2019 i corpi di una madre e una bambina, presunte vittime dei fatti di Bibbiano, per fini di bieca propaganda. Abbiamo raggiunto un degrado del costume e della politica mai visto da 75 anni a oggi”.

E’ assurda anche l’ipocrisia del gesto, visto che fino a un mese fa diceva a gran voce che non si dovevano strumentalizzare i bamabini. Un italiano glielo ricorda: “Lui che chiedeva di non strumentalizzare i bambini quando ha usato la Polizia di Stato per far giocare il suo pargolo con una moto d’acqua, ora porta sul palco una bimba?”.

Selvaggia Lucarelli “Greta non è del caso Bibbiano”

Un magistrato avrebbe appena comunicato alla nota giornalista de Il fatto che la bambina inneggiata da Salvini a Pontida “non è menzionata nell’ordinanza del GIP di Reggio Emilia riguardante il caso Bibbiano”. Non siamo rimasti scioccati, sappiamo che la propaganda politica a volte supera dei limiti che si credevano invalicabili. Resta comunque uno scempio e un pessimo esempio per l’Italia.

Gli insulti a Gad Lerner “Vai via Ebreo”

I leghisti proprio non son riusciti a tenersi sotto controllo nel vedere presente al loro evento un giornalista che li critica da lungo tempo, Gad Lerner appunto. Salvini giustifica il comportamento dei suoi fedeli followers di governo (LEGA) dicendo che non si tratta di giornalisti ma di calunniatori!

“Questi non sono giornalisti ma spesso calunniatori”. “Non si tratta mai male nessuno. A casa mia l’ospite è sacro ma se uno sputa veleno su una persona per vent’anni…”, aggiunge ricordando che “Gad Lerner una volta si augurò la mia morte“.

Matteo Salvini

Non non siamo dalla parte di nessuno ma qui è evidente che Salvini cerca di arrampicarsi sugli specchi. Fai girare anche tu quello che è stato a Pontida, perché questi eventi non devono finire nel dimenticatoio. Per non dimenticare: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.