•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ocean Viking verso Lampedusa, il sindaco “Pronti ad alzare la voce”

Ocean Viking verso Lampedusa, il sindaco Totò Martello

“La nave Ocean Viking era molto più vicina alle coste siciliane che a Lampedusa.” Eppure, dopo gli accordi informali presi con Bruxelles nei giorni scorsi ecco che Conte e Di Maio mandano la Ocean Viking verso Lampedusa per lo sbarco degli 82 migranti in attesa da giorni. Le ultime notizie del giorno sulla questione sono le dichiarazioni del ministro degli Esteri “Noi l’abbiamo assegnato solo perché l’Europa ha aderito alla nostra richiesta di prendere gran parte dei migranti”.

Le dichiarazioni del sindaco di Lampedusa

Il sindaco proprio non si fa capace di quanto è stato deciso dal governo italiano e ci spiega anche perché.

Se il nuovo ministro dell’Interno Lamorgese vuole continuare sulla stessa scia dell’ex ministro Salvini, noi siamo pronti ad alzare la voce e non sarà una voce di pace. Accoglienti sì ma idioti no. La nave Ocean Viking era molto più vicina alle coste siciliane che a Lampedusa. Perché la scelta di assegnare come porto sicuro proprio Lampedusa? Forse il ministro dell’Interno pensa che i lampedusani siano degli emeriti idioti.

La cosa non funziona. L’isola non può essere la soluzione di tutti i problemi. Il ministro ha sbagliato indirizzo.

O rispetta le regole anche lei o faremo sentire la nostra voce e anche ben presto. Basta, non siamo cretini.

Forse non hanno spiegato bene al ministro che 20 miglia a Nord di Linosa significa essere in Sicilia e non Lampedusa. Il porto più vicino è la Sicilia. In questo modo, invece, la nave è stata costretta a tornare indietro a Lampedusa. E poi da qui verranno spostati di nuovo verso la Sicilia. Che senso ha tutto questo? Qualcuno me lo spieghi…

Salvatore Martello – sindaco di Lampedusa

Lega “Eccoli, porti aperti senza limiti…”

Probabilmente Matteo Salvini non aspettava altro, del resto il suo unico cavallo di battaglia è proprio questo “porti chiusi” e “prima gli italiani“, è l’ideale per farsi propaganda in un momento come questo in Italia. Basta convincere le persone che i migranti sono un problema e poi fargli credere di essere in grado di fornire loro reali soluzioni, ma in realtà è tutta una costruzione, un perfetto teatrino.

Come farebbe la Lega di Salvini ad ottenere consensi se non ci fossero politici come Luigi Di Maio e Giuseppe Conte che permettono loro di aprire bocca? Tutti complici dello stesso business.

I migranti per i politici hanno la forma dell’€uro. Non sono persone, sono contanti. Chiunque ospita migranti in Italia prende soldi con la pala, basta permettergli di entrare, non importa poi che fine faranno.

Il patto informale con Francia e Germania

Di Maio, neo ministro degli Esteri dichiara che “ci sia un grande equivoco sull’assegnazione del porto sicuro alla Ocean Viking” spiegando che l’hanno assegnato solo perché si sta finalmente muovendo qualcosa in Europa per redistribuire i migranti. Aggiunge però che questa era intenzione “anche col precedente governo“. Allora Salvini perché si lamenta tanto?

Il fatto quotidiano ci spiega quali sono gli accordi presi con Francia e Germania.

La situazione della nave di Sos Méditerranée, ong che ha organizzato la missione insieme a Medici senza frontiere, si è sbloccata grazie all’accordo informale raggiunto con altri Paesi Ue, dove Germania e Francia hanno dichiarato la volontà di accogliere il 25% dei migranti che arrivano in Italia, che a sua volta assorbirà il 10%.

Staremo a vedere.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.