Laura Boldrini torna nel PD, Matteo Salvini commenta

laura boldrini torna nel pd

Laura Boldrini fa marcia indietro e torna nel PD, lascia Liberi e Uguali un partito che l’aveva accolta a braccia aperte. Si schiera nuovamente tra i democratici e ha delle motivazioni ben precise per farlo, anche visto il momento politico in cui ci si trova. “La destra va sfidata” e Matteo Salvini insorge con commenti ironici nell’intervista a skyTg24.

I motivi di Laura Boldrini nel PD

Ovviamente Nicola Zingaretti è molto contento che il suo Partito Democratico stia riprendendo la forma della sinistra compatta di una volta. I membri del PD si stanno ritrovando, sarà merito delle 40 poltrone vuote a Palazzo Chigi? In netto contrasto con l’idea di Renzi, il quale ha fondato un altro partito con lo scopo di espandere i consensi del PD, la Boldrini è convinta che la soluzione sia un fronte compatto. Una vera e propria guerra politica è in corso tra destra e sinistra.

Le parole di Laura Boldrini oggi

“Vado con il Pd perché vuole aprire un dialogo con tutti quei mondi che, ieri e oggi, non si sentono più rappresentati e recuperare la fiducia dei giovani che non vanno più a votare.”

Inoltre, “con la destra peggiore di sempre non è più tempo di piccoli partiti e di fare troppi distinguo, – un chiaro riferimento a Italia Viva di Matteo Renzi – a forza di farlo rischiamo solo di estinguerci, mentre la destra va sfidata e contrastata con l’azione di un grande soggetto politico capace di incidere sulla società e che si batta contro ogni forma di disuguaglianza sociale, territoriale e di genere.”

Già alle Europee avevo votato Pd. Poi con la crisi di governo siamo arrivati a oggi. Ho atteso che fossero scelti ministri e sottosegretari perché non volevo assolutamente che il mio passaggio potesse far pensare a qualcuno che miravo a qualche incarico.”

Matteo Salvini ironico nell’intervista a SkyTG24

“Oggi ho letto che nel Pd entra la Boldrini, prima è uscito Renzi”, ha subito ironizzato Matteo Salvini durante la sua intervista a SkyTg24. “Il Pd è come un autobus, c’è chi sale e c’è chi scende”.

Non ci sono dubbi che Salvini ha sempre una risposta pronta per schernire l’opposizione. Si delinea sempre più un netto divario tra destra e sinistra e mentre da una parte ci sono le tre sinistre, dall’altro ci sono le tre destre e di pari passo si tengono testa.

L’Italia è spaccata a metà, proprio come abbiamo potuto osservare negli ultimi sondaggi politici, ma a deputati e senatori poco interessa, visto che loro si ritengono un fronte unito e compatto nelle loro rispettive fazioni.

Tu cosa ne pensi? CONDIVIDI e commenta.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.