Guardie private picchiano due migranti in Germania. Ma come! Fino all’altro ieri raccoglievano milioni per finanziare le ONG, e adesso?

Guardie private picchiano due migranti

Solo qualche tempo fa l’ex capo dei servizi segreti tedeschi ci rivelava che dietro Carola Rackete c’era il governo tedesco. In particolar modo si riferiva alla raccolta fondi promossa dalla Tv nazionale manovrata da Angela Merkel. Dopo aver sentito la notizia che guardie private picchiano due migranti in Germania ci siamo fatti un’idea della situazione e non è carina.

Una fuga di notizie dall’ex capo dei servizi segreti tedeschi ci aveva già fatto drizzare le orecchie e adesso è stato facile fare “2+2”. Ci hanno voluto far credere che la Germania fosse buona e che volesse accogliere i migranti, questo è stato a discapito dell’Italia sulla quale era ricaduta una brutta reputazione e tanti pregiudizi poco carini. Sono stati stessi i conduttori tedeschi, responsabili anche della raccolta fondi per Ong, ad attaccare gli italiani, i quali ormai si rifiutano di aiutare ancora gli immigrati.

“Ebbene sì, ci siamo rotti ma anche voi non state messi bene!” Si meriterebbero una risposta simile dato che le loro guardie picchiano i migranti per strada (foto). I fatti contano sempre più delle parole e finora i fatti sono “immigrati picchiati” e “ong finanziate” dai tedeschi.

I tedeschi son precisi, non hanno mica il ciclo che non riescono a decidersi, quindi solo una può essere la loro direzione: Immigrati SI o Immigrati NO? Secondo noi si tratta di Immigrati NO! Ma il governo Merkel poco se ne frega e finanzia le ONG perché poi le riporteranno il triplo dei guadagni. Si tratta di un investimento a lungo termine, che importa se i tedeschi non sono d’accordo.

Ancora una volta siamo di fronte a un caso di abuso di potere, chi si trova ai vertici pensa sempre, comunque e solo ai ca**i suoi, non importa davvero cosa pensano i cittadini. Staremo a vedere i nuovi sviluppi. Attendiamo di andare a fondo a questa storia che ci riguarda più di quel che si può credere.

Diffondi il tuo pensiero attraverso i social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.