Conte sui migranti ad Atreju. Promuove nuove tasse “per finanziare la scuola”

conte sui migranti

Il premier Conte sui migranti ci ha aggiornati ad Atreju, in occasione del primo giorno di festa per i sostenitori di Fratelli d’Italia. Abbiamo ascoltato con interesse le risposte di Giuseppe Conte alle domande di Bruno Vespa ma non siamo rimasti soddisfatti perché… “non ne ha azzeccata una” ha detto un italiano deluso. Effettivamente non ha tutti i torti, soprattutto parlando di tassa sulle merendine a scuola e di tassa sui biglietti aerei “per finanziare la scuola”.

Asili nido gratis con nuove tasse su merendine e biglietti aerei

Giuseppe Conte ha parlato di tanti argomenti ma in particolare ha approvato di buon grado e poi promosso l’iniziativa del ministro Fioramonti di tassare merendine a scuola e aggiungere una microtassa sul costo dei biglietti aerei per poter finanziare la scuola.

Lo scopo è quello di offrire “asili nido gratuiti per famiglie con redditi medi e bassi”, ma un italiano, il signor Brosio, ha risposto così al premier in uno dei commenti al fatto quotidiano: “I soldi per la scuola non vanno trovati con tasse nuove, ma dal recupero dell’evasione, grazie anche ad una severa legge anti-corruzione. Che delusione, neanche una ne ha azzeccata…”

Molti altri sono arrivati alla stessa conclusione e sinceramente ci chiediamo PERCHE’ non ci arrivano? Perché dobbiamo far pagare le tasse anche agli studenti per le merendine che si mangiano a scuola? E chi non ha la possibilità di pagare quel di più, non mangia? Complimenti, ancora una volta.

Redistribuzione migranti “non darò tregua a Macron”

giuseppe conte macron

Un altro tema molto caro al premier è la redistribuzione dei migranti e ieri ci ha dato il colpo di grazia rivelando alcuni dettagli della sua chiacchierata con Macron.

“Nel tete à tete con Macron il tema dei migranti economici è stato al centro della nostra discussione. Non darò tregua a Macron. La Germania ha addirittura dato grandi aperture. Inutile annunciare: dobbiamo avere un meccanismo automatico che si applichi subito.

Devono partecipare tutti e 28.”

Al chè, gli animi si sono iniziati a scaldare.

Nuovi accordi di Conte con UE sui migranti

Se teniamo conto anche dell’intervista rilasciata a Enrico Mentana pochi giorni fa, il premier è rimasto coerente con sè stesso: almeno questo lo riconosciamo. Aveva affermato addirittura che “Sui migranti dovevo chiedere cortesie personali, ora in UE cambio di approccio”.

C’è da sottolineare che il suo nuovo tipo di approccio, anche se più deciso rispetto al suo primo mandato, non è certo quello che gli italiani si aspettano da lui. Infatti viene criticato perché gli accordi sugli sbarchi dei migranti di cui lui parla sempre non si riferiscono affatto a TUTTI gli sbarchi, quali che essi siano. Ricordiamo a chi legge che sono di gran lunga di più i migranti che arrivano con le imbarcazioni fantasma (non rilevabili da radar) che quelli che vediamo solitamente sbarcare a Lampedusa dalle ONG con vere e proprie navi.

conte europa migranti

Ultime notizie sui migranti economici

I migranti economici, così sono chiamati coloro che vengono qui in Italia solo per sfruttare all’osso il nostro Paese e le nostre risorse (già insufficienti per gli italiani). In merito ai migranti economici non si può e non si deve procedere con una redistribuzione nell’Unione Europea, queste persone vanno reindirizzate al loro Paese. Inoltre ultimissime news sui migranti riguardano proprio la provenienza di queste imbarcazioni che salpano dalla Tunisia e non più dalla Libia.

Tu che cosa ne pensi? Sei d’accordo con il premier oppure vorresti che le cose andassero diversamente? Dicci la tua o CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.