Conte “Italia spunti legge sul rimpatrio europeo dei migranti”. L’Europatto ha radici lontane e ben nascoste. Ecco perché il premier non parla mai di “Immigrazione”

Conte "Italia spunti legge sul rimpatrio europeo dei migranti"

Gira voce dalle ultime notizie del momento che “qualcuno, tra Lega e Fratelli d’Italia, ha notato un dettaglio piuttosto inquietante nel discorso che il premier Giuseppe Conte ha pronunciato dopo aver ricevuto l’incarico dal presidente Sergio Mattarella“. In effetti, il premier non ha “volutamente” parlato di “immigrazione”. Perché? Arriverà presto il giorno in cui Conte “Italia spunti legge sul rimpatrio europeo dei migranti”: questo uno dei suoi obiettivi.

Ricordate il cordiale e diplomatico incontro mattutino tra Conte e la Van der Leyen? Ebbene, stavano tramando qualcosa che noi solo oggi riusciamo a concepire. Purtroppo, il più delle volte non siamo a conoscenza delle reali intenzioni delle persone che sono a capo del governo e ci compromette nelle scelte per il futuro. Adesso capirete.

Sottolinea il Corriere della Sera, che “per Conte, il problema dei prossimi mesi sarà quello di disintossicare l’Italia da un tema brandito dal ministro dell’Interno uscente Matteo Salvini come una clava”.

LQ

S’intende la politica aggressiva a suon di ruspe, toni alterati e “zingaraccia” qua e là. Dunque, per differenziarsi e allontanare da sè tali comportamenti, Conte vuole a tutti i costi rappresentare gli italiani nel accogliere i migranti per poi redistribuirli nel continente Europeo, allietato dalla Van der Leyen, neo-presidente della Commissione UE. A proposito, sapete chi ha contribuito in maniera importante alla sua elezione a tale carica? I voti favorevoli a Strasburgo del Movimento 5 Stelle.

Giuseppe Conte vuole “spuntare una legge sul rimpatrio europeo dei migranti, e maggiore flessibilità di spesa“. Storia già vista con i governi targati Pd dal 2013 al 2018, di cui l’esecutivo giallorosso si pone a tutti gli effetti come prosecutore. 

LQ

Ci sono cose che possiamo scoprire solo dopo che vengono attuate, questo è solo un esempio. Intanto Conte si ritrova, in base agli ultimi sondaggi politici, una fiducia del 53,5% contro una voglia di tornare al voto del 42% da parte degli italiani. Vincono sempre loro!

Diffondi il tuo pensiero attraverso i social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.