La colletta per ong ‘Sea Watch’ di Carola Rackete è terminata. La prova definitiva del coinvolgimento Merkel.

Colletta per Ong sea watch angela merkel jan boehmermann

Salvare vite umane non è un crimine“, così Jan Bohmermann, conduttore televisivo e comico tedesco, giustifica ogni azione a vantaggio delle Ong. Proprio il 1° Agosto si è conclusa la colletta per Ong, ‘Sea Watch’ inclusa, dopo aver raccolto ben 1.014.524,11 euro in soli 30 giorni. In Germania sono stati 36.265 i donatori e le donatrici che hanno partecipato attivamente alla causa.

E’ stato Jan Bohmermann stesso a dichiararlo sul suo profilo Twitter. Eravamo già a conoscenza del fatto che Angela Merkel era a capo dell’operazione Sea Watch in incognito, sfruttando la tv nazionale tedesca come l’ex capo dei servizi segreti tedeschi Maassen ci rivelò. Ecco la prova definitiva che non è stata un’accusa inventata ma, un puro caso di verità sfuggita al controllo del governo Merkel.

https://twitter.com/janboehm/status/1156884644547182592

Non è la prima volta che in Germania si lasciano manipolare dal governo attraverso propaganda mediatica, perciò non è strano notare certi dettagli. Abbiamo scoperto che le parole usate per la raccolta fondi istigano chiaramente a una forma di ribellione verso il sistema giudiziario italiano.

Chi imprigiona le persone che vogliono salvare la vita ad altre persone ha torto. – e poi continua – Guardare pigramente questa ingiustizia non è un’opzione.”

Si riferisce al momento in cui le forze dell’ordine italiane hanno arrestato Carola Rackete per aver attraccato a Lampedusa senza averne la concessione.

La colletta per Ong in effetti serve sia alle spese legali per Carola, sia per il finanziamento di altre Ong che porteranno tanti altri immigrati qui da noi e in Europa.

“Le nostre donazioni saranno consegnate alle cinque organizzazioni Seawatch, Seebrücke, Sea Eye, Civil Fleet eV e Solidarity at Sea per conto di tutti i soccorritori civili in difficoltà, che devono decidere democraticamente e collettivamente sull’esatto scopo dell’uso nell’autogoverno.”

Ci auguriamo che tutta questa buona volontà sappiano impiegarla anche per portare a casa propria i migranti che trascinano dall’Africa all’UE. L’Italia ha davvero salvato migliaia di vite accogliendoli finora in ogni modo possibile, adesso siamo proprio curiosi di vedere come sapranno cavarsela i tedeschi. E’ facile tirar fuori dalla tasca € 30 e raccontare di poter salvare vite; bisogna convivere con le vite che scegli di salvare, si tratti di brave persone o di soggetti pericolosi e delinquenti. Staremo a vedere.

Diffondi il tuo pensiero attraverso i social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.