Carabiniere ucciso a Roma: gli assassini sono americani, bianchi e giovani

Carabiniere ucciso Roma

Prima la nazionalità e poi l’essere umano: è così che si tirano le sentenze sul caso del Carabiniere ucciso a Roma da 8 coltellate. Non c’è niente di meglio di 60 mln di italiani con la bocca piena di stereotipi a poter commentare l’accaduto. Il punto della situazione resta: chi è stato, e perché l’ha fatto? Ma soprattutto, ci sarà giustizia per la famiglia?

Quando un membro delle forze dell’ordine muore è sempre una tragedia che provoca sentimenti contrastanti in ognuno di noi, a prevalere però è sempre la rabbia.

Le prime voci sul caso hanno dato modo alle persone di ipotizzare la vicenda a proprio piacimento, così come tirava il vento, ognuno si è immaginato lo scenario più amaro e violento.

I razzisti si sono immaginati un magrebino, i “non razzisti” aspettavano di vedere i razzisti in un angolo di vergogna in caso non fosse stato qualcuno di colore. In ogni caso tutti si sono impegnati con i propri pregiudizi e hanno lanciato sentenze a tutto spiano senza pensarci un secondo di più!

giorgia meloni

Giorgia Meloni & Co. come facevano a dire che si trattava di magrebini o nordafricani se la polizia non aveva ancora dichiarato nulla?

Secondo la Meloni, sicuramente si trattava di un magrebino, ma perché ne era così convinta? Colpa dei pregiudizi ovvio, ma dettati da cosa? Probabilmente da eventi simili accaduti in passato e dal gran numero di notizie di cronaca che coinvolgono le persone di colore. E’ giustificabile così secondo voi?

A nostro parere la situazione è degenerata per via della fake news iniziale, secondo cui dovessero essere stati due nordafricani a compiere l’omicidio, da quel momento in poi si è perso il rispetto, l’attenzione alla famiglia e soprattutto l’educazione.

I commenti ignoranti di persone ricche di finti principi si sono sprecati ovunque sui social media, noi preferiamo riportare l’unico commento saggio che esprime il nostro pensiero sul fatto avvenuto a Roma.

Diffondi il tuo pensiero sui social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.