• 5
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
Oggi in TV

Si torna a parlare di Passaporto Sanitario, ad azzardare questa mossa è Luca Zaia il governatore del Veneto che senza mezzi termini declassa i No Vax. “Il vaccino certamente è volontario, ma chi rappresenta un rischio per gli altri avrà dei problemi” ha dichiarato Zaia in un’intervista per il Corriere della Sera. Interessante affermazione visto e considerato che è stessa l’AIFA ad ammettere che i vaccinati non sono poi così diversi rispetto ad altri che il vaccino Pfizer non se lo sono fatto. Andiamo a fondo alla questione confrontando le parole dure di Luca Zaia con le “Domande e Risposte AIFA sul Vaccino COVID-19 Comirnaty”.

passaporto sanitario luca zaia aifa vaccino covid 19

Passaporto Sanitario, Zaia: “Chi rappresenta un rischio per gli altri avrà dei problemi”

“Il vaccino certamente è volontario, ma chi rappresenta un rischio per gli altri avrà dei problemi” ha dichiarato Zaia in un’intervista per il Corriere della Sera. Partiamo da questo.

Sul sito AIFA, sezione domande e risposte sul vaccino contro il Covid-19 possiamo leggere le seguenti righe tutti insieme (qualcuno le faccia leggere anche a Zaia):

11. Le persone vaccinate posso trasmettere comunque l’infezione ad altre persone?

Gli studi clinici condotti finora hanno permesso di valutare l’efficacia del vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty) sulle forme clinicamente manifeste di COVID-19 ed è necessario più tempo per ottenere dati significativi per dimostrare se i vaccinati si possono infettare in modo asintomatico e contagiare altre persone. Sebbene sia plausibile che la vaccinazione protegga dall’infezione, i vaccinati e le persone che sono in contatto con loro devono continuare ad adottare le misure di protezione anti COVID-19.

Vedi anche:

Serve davvero il Passaporto Sanitario?

Chi otterrà il Vaccino COVID-19 Comirnaty di Pfizer BioNTech potrebbe dunque ancora essere in grado di contagiare gli altri, magari senza mostrare alcun sintomo. E di conseguenza, a questo punto, a cosa servirebbe un Passaporto Sanitario con relativi privilegi per chi si è vaccinato? A creare caos, differenze tra la gente e altri iter burocratici inutili.

Luca Zaia però insiste, “credo che ormai i tempi siano maturi per un passaporto sanitario”. Ma poi passa la patata bollente dicendo che sono “Le compagnie aeree, hanno iniziato a dire che vogliono passeggeri con la garanzia del vaccino (?), ma presto cominceranno a chiederlo le strutture ricettive, gli spazi per congressi e via dicendo.” Un veggente, signore e signori.

Secondo il governatore del Veneto Luca Zaia, senza un vaccino Pfizer non si ottiene il Passaporto Sanitario perché si mette in pericolo la salute degli altri, il ché è falso e ce lo dice AIFA. L’aggravante per i cattivoni No Vax, oltre a mettere in pericolo gli altri, è che non potranno volare, non potranno partecipare a congressi né recarsi presso strutture ricettive e via dicendo.

…Però il vaccino non è obbligatorio, e menomale!

CONDIVIDI le notizie su Luca Zaia e Passaporto Sanitario.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.