La nave quarantena Moby Zaza da i suoi frutti, 28 migranti positivi al Nuovo Coronavirus sono stati isolati e potranno ricevere cure adeguate. 28 migranti positivi al Covid-19 non daranno vita a focolai letali in Sicilia grazie alla soluzione del governatore Nello Mesumeci, la Moby Zaza. Una nave quarantena, istituita per bloccare l’ingresso incontrollato di migranti in Italia in un momento delicato per via dell’emergenza sanitaria. Nello Mesumeci, accusato di razzismo quando propose la nave quarantena, adesso spiega: “Oggi si capisce meglio quella nostra richiesta”.

moby zaza positivi covid nave quarantena migranti
moby zaza positivi covid nave quarantena migranti

La nave quarantena Moby Zaza e il caso Sea Watch

A porto Empedocle (Agrigento) sono 28 i migranti positivi al tampone Covid-19 imbarcati sulla nave quarantena Moby Zaza. I tamponi rino-faringei effettuati sui 209 extracomunitari sono stati effettuati ieri mattina, e in meno di 24 ore l’esito.

Ieri sera era stato reso noto anche un caso di positività di un migrante a bordo della Sea Watch; il migrante è stato ricoverato poi nel reparto Malattie infettive dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta. Prima si sospettava tubercolosi, poi il tampone positivo al Covid-19.

Migranti positivi al Covid-19

Dopo gli iniziali dubbi suscitati dalle fake news secondo cui gli africani erano meno esposti al contagio da Covid-19, ecco la prova che non è così. Siamo tutti uguali per davvero, e anche gli immigrati si ammalano e possono contagiare. Perciò anche loro vanno controllati e devono indossare la mascherina come tutti noi.

Le procedure adottate per i migranti sbarcati dalla nave Sea Watch e accolti per la quarantena obbligatoria a bordo del traghetto Moby Zaza; ancorato nella rada di Porto Empedocle, garantiscono la piena tutela della sicurezza sanitaria del Paese. Tutti i migranti sono stati sottoposti fin dal loro arrivo alle procedure; previste dalle linee guida sul sistema di isolamento protetto elaborate dalla direzione generale della prevenzione sanitaria del ministero della Salute. 

Il Viminale

Moby Zaza, Mesumeci: Accusato di razzismo per aver preso precauzioni

Il Governatore della Sicilia Nello Mesumeci commenta l’esito dei tamponi effettuati ai migranti a bordo della Moby Zaza con un post su Facebook in cui scrive; “Ventotto migranti positivi sono sulla nave in rada a Porto Empedocle, soluzione che con caparbietà abbiamo preteso il 12 aprile scorso dal governo centrale; per evitare che si sviluppassero focolai sul territorio dell’isola, senza poterli circoscrivere e controllare”.

La nave quarantena Moby Zaza fortemente voluta per tutelare i siciliani e gli italiani che accolgono questi migranti finalmente dimostra il suo scopo. Altro che razzismo.Oggi si capisce meglio – aggiunge Musumeci – quella nostra richiesta. E chi ha vaneggiato accusandoci quasi di razzismo, oggi si renderà conto che avevamo ragione. Nelle prossime ore andranno adottati provvedimenti sanitari importanti al principio della precauzione. Voglio sperare che a nessuno venga in mente di NON coinvolgere la Regione nelle scelte che dovranno essere assunte“.

Una grande lezione di umanità e senso civico

Questo evento è molto importante per tutti gli italiani perché ci da una grande lezione di umanità e senso civico; Ognuno deve saper tutelare la propria gente e il proprio territorio, rispettando i diritti di tutti, come il diritto alla salute.

Grazie alla nave quarantena Moby Zaza non solo abbiamo evitato che immigrati contagiosi sbarcassero sulle nostre coste dando vita a numerosi focolai potenzialmente letali. L’altro vantaggio della nave quarantena è che i migranti positivi adesso potranno ricevere cure adeguate e persino guarire; prima di essere indirizzati presso i centri d’accoglienza della nostra Sicilia. Impariamo a dosare le nostre forze con l’intelligenza e il senso civico.

CONDIVIDI questa ultima notizia sui migranti della nave quarantena Moby Zaza.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.