• 14
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  

App Immuni traccerà i cittadini italiani con geolocalizzazione e terrà conto dei contatti avuti con altre persone e dello stato di salute, se positivi. Chi decide di scaricarla manterrà i propri dati sensibili al sicuro fino al contagio da Covid, app Immuni infatti rispetta le norme UE sulla privacy. L’app Immuni non è obbligatoria, ma una volta installata i cittadini italiani saranno controllati negli spostamenti e nei contatti tramite bluetooth. Il Governo ha commissionato l’app alla Bending Spoons Spa, una società italiana con sede legale a Milano che realizzerà l’app per i cittadini.

immuni app tracciamento contagi covid 19

Come funziona App Immuni

L’App Immuni è scaricabile solo volontariamente e consente agli utenti di tenere sotto controllo i propri dati, inclusi i contatti avuti con altre persone. Scaricare l’app Immuni non è obbligatorio.

I contatti avuti con altre persone vengono tracciati ma restano “bloccati” nello smartphone dell’utente finché non ne approverà la condivisione. Il motivo principale per cui un cittadino potrebbe voler condividere tali dati con l’unità di crisi del Governo è, in caso di positività al Covid-19, per rintracciare al più presto le persone con cui si è stati in contatto.

L’App Immuni diventa utilissima grazie al software contat tracing per fermare il diffondersi silenzioso del virus nei positivi asintomatici. Il tracciamento avviene tramite tecnologia bluetooth.

Solo quando ha la certezza di essere positivo al Covid-19 l’utente può dare il consenso al trattamento dei propri dati conservati sul cellulare. Il cittadino permette quindi di rintracciare le persone con cui è entrato in contatto negli ultimi giorni e di ricostruire la cronologia dei suoi spostamenti.

App Immuni traccia i cittadini italiani

L’app Immuni quindi traccia i cittadini italiani che vogliono essere tracciati per tenere un registro completo dei contatti nella speranza che non dovrà mai essere consultato da nessun altro.

Da quanto si apprende l’applicazione Immuni terrà “un registro sullo stato di salute della persona e un tracciamento dei contatti“. Il tracciamento dei contatti “consentirà al software di riconoscere e tenere memoria dei dispositivi con cui lo smartphone del paziente è entrato in contatto”.

Solo se risulta positivo al Covid-19, verrà chiesto al cittadino di rendere noti i suoi dati per rintracciare le persone che potrebbero essere state contagiate.

App Immuni rispetta la Privacy dei cittadini

L’app Immuni rispetta la Privacy dei cittadini, nel dettaglio rispetta i parametri di privacy indicati dall’UE, ossia:

  • volontarietà del download;
  • temporaneità dell’utilizzo;
  • rispetto della normativa europea sulla privacy;
  • tecnologia Bluetooth per evitare l’invasività delle geolocalizzazioni.

Chi decide di scaricarla sarà quindi tracciato pur mantenendo i propri dati al sicuro, l’app Immuni rispetta le norme UE sulla privacy e fino al contagio non richiede la condivisione dei dati sensibili. Se contagiati dal Covid-19 con l’app Immuni sarà possibile risalire ai contatti recenti per effettuare i controlli capillari e fermare il Coronavirus.

CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.