•  
  •  
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
Oggi in TV

25 aprile Festa della Liberazione, cosa si festeggia ogni anniversario e frasi da condividere con gli amici per augurare un Buon 25 aprile: ecco come vivremo la festa della Liberazione nel 2021. Il 25 aprile è una data storica, segna il giorno in cui i partigiani liberarono l’Italia dall’occupazione nazista e fascista, in questo articolo colmo di storia rivolgiamo uno sguardo al passato contestualizzandolo al presente anno per anno. Le frasi da condividere il 25 aprile sulla Festa della Liberazione sono frasi celebri e significative per non dimenticare la storia di chi ha fatto la differenza e ci ha dato la libertà cacciando via dall’Italia un regime dittatoriale spietato.

25 aprile 2020 festa liberazione altare della patria bandiera italiana

Ogni 25 aprile in Italia si celebra la Festa della Liberazione, il giorno del 1945 in cui i partigiani liberarono l’Italia dal governo fascista e nazista. La Festa del 25 aprile è riconosciuta anche come “anniversario della resistenza“, per i partigiani al fronte dal 1943 al 1945 per liberare l’Italia. Inizialmente composta da pochi antifascisti e militari del regio esercito, la Resistenza partigiana prese corpo con operai, giovani della leva e contadini. Il 25 aprile 1945 i partigiani liberarono l’Italia dall’occupazione nazista ma fu anche una guerra civile contro il governo italiano che era complice. Ricordiamo la storia di quei giorni di libertà vissuta dai nostri nonni con un pizzico di storia, tanto patriottismo e belle frasi da condividere online.

25 aprile Festa della Liberazione d’Italia: nel 2021 serve una nuova Liberazione

Il 25 aprile è la Festa della Liberazione d’Italia dall’occupazione nazista, terminata nel lontano 1945 nel dopoguerra. Al tempo la liberazione d’Italia è stata una grande conquista, le foto di quei giorni sono iconiche e i sorrisi di chi riviveva la libertà dopo la seconda guerra mondiale sono contagiosi ancora oggi attraverso ogni scatto. In effetti, ti senti felice quando sei libero.

Nel 2021, il 25 aprile e la festa della liberazione hanno un sapore amaro: proprio come lo scorso anno siamo ancora tutti chiusi in casa. Vige il divieto di uscire senza comprovati motivi di salute, lavoro o necessità e andare a cena con il proprio gruppo di amici è illegale. Oggi l’invasore è invisibile e non si può combattere a colpi di fucile, è il virus SARS-COV-2 che ci priva della libertà e nessuno di noi ancora oggi può farci nulla. Il nostro 25 aprile 2021 la festa della liberazione ideale sarebbe poter tornare alla normalità, in un mondo senza pandemia, ma è chiaramente utopia, sarà per il prossimo anno.

Festeggeremo il 25 aprile 2021? Probabilmente solo i capi di Stato rivolgeranno un pensiero sincero al passato celebrando la Liberazione. Tuttavia, per molti di noi è il 26 aprile 2021 una data da segnare sul calendario, perché ci saranno molte riaperture e finalmente si potrà portare il naso oltre la soglia della propria abitazione anche per motivi meno necessari. La festa del 25 aprile rimarrà sempre nella memoria di noi italiani, ma quant’è vero che la storia si ripete presto forse avremo una nuova Liberazione da festeggiare, e non solo in Italia.

25 aprile 1945: cosa si festeggia il giorno della liberazione d’Italia

25 aprile festa della liberazione. Il 25 aprile 1945 è il giorno della liberazione d’Italia, il giorno in cui i nostri nonni assieme ai partigiani si scrollarono il terrore di dosso per riprendersi l’Italia. Non fu un’impresa semplice, la Resistenza partigiana nasce da pochi antifascisti e qualche militare del regio esercito nel 1943. Due anni dopo grazie al contributo importante di contadini, operai e giovani di leva della Repubblica di Salò i partigiani della Resistenza antifascista contava oltre 300 mila membri.

L’azione della resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale fu coordinata dai Comitati di Liberazione Nazionali o CLN, il primo dei quali sorse a Roma il 9 settembre 1943 mentre il Re e Badoglio fuggivano. Nei CLN erano rappresentati i partiti sorti e ricostituitisi durante il 1943. Grazie all’azione dei gruppi partigiani a cui si affiancò la partecipazione diretta della popolazione civile, molte zone d’Italia furono liberate dai partigiani prima dell’arrivo degli alleati.

25 aprile: Anniversario della Liberazione d’Italia

25 aprile festa della liberazione. Ogni 25 aprile dal 1946 festeggiamo il coraggio, la tenacia di uomini italiani e donne italiane che hanno lottato con ogni mezzo per proteggersi e riprendere l’Italia. Il governo italiano era guidato da Mussolini, il duce, che però fu complice di Hitler, il furer del governo nazista, responsabile di migliaia di morti innocenti.

Ricordiamo quei momenti difficili della nostra gente e non possiamo non vedere quello che viviamo oggi, pensando al passato. La festa della Liberazione del 25 aprile deve restare nella memoria come un giorno di libertà dall’oppressione di chi ci vorrebbe tutti uguali e spietati.

La Resistenza partigiana sfruttava ogni occasione per colpire il nemico persino lo sciopero generale, che bloccò la produzione del triangolo industriale. Questo tipo di rivolta fu caratteristico dell’Italia, nessun altro popolo sotto dominio tedesco ha mai osato farlo, siamo stati gli unici.

Le rappresaglie tedesche furono feroci: lo testimoniano i 335 civili massacrati a Roma nelle Fosse Ardeatine e la strage di Marzabotto, nei pressi di Bologna, dove si contarono 1830 vittime.

Frasi per il 25 aprile, festa della Liberazione

25 aprile festa della liberazione. Ecco le frasi sul 25 aprile che possiamo usare per ricordare questa giornata importante sul nostro profilo social: poeti, politici, uomini e donne che esprimono vicinanza ai partigiani che la resero libera, l’Italia, che ci resero liberi, noi. Buona festa della liberazione.

La Costituzione è un buon documento; ma spetta ancora a noi fare in modo che certi articoli non rimangano lettera morta, inchiostro sulla carta. In questo senso la Resistenza continua.

Sandro Pertini

Qui vivono per sempre gli occhi che furono chiusi alla luce perché tutti li avessero aperti per sempre alla luce.

Giuseppe Ungaretti

Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere.

Bertolt Brecht

Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.

Antonio Gramsci

Tu non sai le colline
dove si è sparso il sangue.
Tutti quanti fuggimmo
tutti quanti gettammo
l’arma e il nome.

Cesare Pavese

La Resistenza e il Movimento Studentesco sono le due uniche esperienze democratiche-rivoluzionarie del popolo italiano. Intorno c’è silenzio e deserto: il qualunquismo, la degenerazione statalistica, le orrende tradizioni sabaude, borboniche, papaline.

Pier Paolo Pasolini

È corpo vivo che richiede azioni, libere azioni, perché la vita lo mantenga in salute nel quotidiano. Il 25 aprile non è desueto, non è da abolire, è da rinnovare ogni giorno.

Vinicio Capossela

Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare.

Liliana Segre

La Resistenza era stata un fatto straordinario. Aveva realizzato una unità veramente eccezionale che andava dagli ufficiali badogliani agli operai comunisti.

Nilde Iotti

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.