Tassa Covid-19, è il contributo covid che si trova sugli scontrini di estetisti e parrucchieri che obbligano i clienti a pagare le spese del servizio. Alcune partite IVA che non sanno come andare avanti obbligano i clienti a sostenere le spese del servizio direttamente al momento scontrino. Non hanno aumentato prezzi, hanno chiesto un contributo per non fallire, è il Governo ad averli messi in condizione di chiedere la tassa Covid-19. Ma i clienti e la Codacons hanno puntato il dito verso le Partite IVA, che non hanno fatto altro che trovare un modo di sopravvivere alla crisi.

tassa covid 19 contributo estetisti parrucchieri

Tassa Covid-19 sullo scontrino

Tassa Covid 19, non l’aveva menzionata nessuno ma tutti sapevamo sarebbe arrivata, lo hanno deciso estetisti e parrucchieri, quando sullo scontrino hanno aggiunto la voce obbligata “Contributo Covid-19” e accanto scritto l’importo “€ 2,00” o “€ 4,00”.

Si tratta di un contributo obbligatorio, non volontario, che gli estetisti e i parrucchieri hanno incluso sui loro scontrini per poter avere i soldi per sanificare a norma di legge dopo ogni trattamento.

Si tratta di una tassa covid-19 misera, di importo pari a 2 o 4 euro a scontrino e serve a tenere i clienti al sicuro. Il Governo ha imposto le spese di sanificazione, senza dare alcun aiuto a chi voleva riaprire. E’ stato il Governo a ridurre le partite IVA in questo stato, ma ai clienti (quelli superficiali) poco interessa.

Codacons e clienti denunciano il fatto

La tassa covid-19: “Una tassa che viene applicata dagli esercenti ai propri clienti e inserita direttamente come sovraprezzo nello scontrino per finanziare i costi sostenuti dagli esercizi commerciali a causa del coronavirus. A denunciarlo anche il Codacons, che da giorni sta ricevendo segnalazioni dei consumatori circa rincari applicati dagli esercenti.” Scrive fanpage sulla questione.

Numerosi consumatori hanno denunciato al Codacons un sovraprezzo, mediamente dai 2 ai 4 euro, applicato in particolare da parrucchieri e centri estetici ai propri clienti –così il presidente Carlo Rienzi -. Un balzello inserito in scontrino con la voce ‘Covid’ e che sarebbe imposto come contributo obbligatorio per sostenere le spese degli esercenti per sanificazione e messa in sicurezza dei locali”. Un vero e proprio “far west illegale che potrebbe configurare il reato di truffa, e contro cui il Codacons presenta una denuncia alla Guardia di Finanza e all’Antitrust, fornendo tutte le segnalazioni ricevute al riguardo, affinché si avviino le dovute indagini sul territorio.”

Associazione dei Consumatori

Contributo Covid 19 sullo scontrino e kit monouso da acquistare

Come se non bastasse, “secondo il Codacons, sono stati registrati anche casi di centri estetici che obbligano i clienti ad acquistare in loco un kit monouso costituito da kimono e ciabattine al prezzo di 10 euro per sottoporsi ai trattamenti richiesti.”

Contribuisci anche tu, sostieni l'informazione libera

Sappiamo tutti che se non hai sufficiente denaro in tasca non vai dall’estetista o dal parrucchiere, perciò non ti può pesare un contributo di 2, 4 o 10 euro. Ricorda, ti viene chiesto semplicemente per offrirti un ottimo servizio ma con la certezza della sanificazione che scongiura il rischio di contagio da Covid-19, che non è poco.

Gli esercenti non hanno affatto dato vita ad una tassa, tant’è che la chiamano contributo covid-19, ma hanno solo impreziosito il loro lavoro, visto che lo Stato ha imposto loro delle spese carissime di sanificazione. Tra l’altro, se l’estetista o il parrucchiere non sanificano devono chiudere. Ma gli italiani a queste ingiustizie non badano, vogliono risparmiarli quei 2 euro… Ebbene così sia, ma poi che non ci si lamenti del fatto che tutti i parrucchieri ed estetisti più economici saranno chiusi.

CONDIVIDI questa notizia sulla Tassa Covid, il contributo sullo scontrino di estetisti e parrucchieri.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.