Taglio pensioni di invalidità e di reversibilità nel 2020 per invalidi e vedove

taglio pensioni 2020 invalidi vedove reversibilità invalidità

Il taglio pensioni 2020 riguarda principalmente la pensione di invalidità e le pensioni di reversibilità. Gli invalidi e le vedove, o i figli, di un defunto sono i più colpiti dalle riduzioni degli assegni. Si parla di importanti novità: sulla rivalutazione pensioni oggi; sulla riduzione degli importi di assegno ordinario di invalidità e assegno di reversibilità. Ecco le ultime notizie sui tagli pensioni per invalidi e vedove del governo.

Tagli alle Pensioni di reversibilità

TAGLIO PENSIONI 2020 – I tagli alle pensioni di reversibilità si attueranno a partire da gennaio 2020. L’erogazione della pensione ai superstiti di un defunto (padre, madre o coniuge) sarà ridotta in base al reddito.

I tagli delle pensioni di reversibilità news riguarda quindi senza distinzione la pensione reversibilità coniuge e la pensione reversibilità figli.

Le ultime notizie sulle pensioni di reversibilità sono scandalose per il nostro Paese. Il governo deve fare cassa e decide di rivedere la reversibilità della pensione tagliando fondi essenziali alle pensioni di famiglie in lutto. Il taglio pensioni non solo crea malcontento, ma è anche una decisione così impopolare da risultare irrealistica.

Secondo le pensioni di reversibilità novità: Il diritto alla pensione per la parentela resta – ovvero si può trattare di reversibilità pensione figli o pensione di reversibilità coniuge – ma l’assegno sarà ridotto in base ai nuovi requisiti Irpef introdotti.

Pensione di reversibilità a chi spetta: Requisiti Irpef e di parentela

TAGLIO PENSIONI 2020 – A chi spetta la pensione di reversibilità? Nel 2020 la pensione di reversibilità spetta al coniuge e ai figli superstiti del defunto che rientrano nei requisiti Irpef. Il taglio pensioni ha costretto una riduzione dell’importo erogato con le pensioni di reversibilità. Ecco quali sono i requisiti Irpef e la percentuale di assegno di reversibilità che spetta al coniuge e/o ai figli:

  • Assegno al 25% per chi ha un reddito che supera 4 volte il minimo fissato dall’INPS (circa 26.700 euro).
  • L’assegno è al 40% per chi a un reddito entro 5 volte il minimo (circa 33.479,55 euro).
  • Assegno al 50% per le vedove o figli che superano più di 5 volte il minimo, da 6 volte in poi.

Questo è il quadro delle riduzioni sugli importi, ossia dei tagli pensioni. In pratica la pensione di reversibilità al coniuge o alla vedova che percepisce già uno stipendio o una propria pensione viene dimezzata. I tagli pensioni prevedono proprio questo: Invece di ricevere un assegno reversibilità pensione del 60% riceve un assegno del 30%. Queste erano le novità sulle pensioni di reversibilità.

Taglio pensioni: la Pensione di invalidità

TAGLIO PENSIONI 2020 – Le pensioni di invalidità sono già state abbastanza penalizzate negli ultimi anni, le “cesoie” restano anche per il 2020. La pensione invalidità non conferisce un assegno ordinario di invalidità ricco ma adesso sarà anche ridotto.

La pensione ordinaria di invalidità, in presenza di altri redditi, viene corrisposto al 75 per cento del totale. Questo a partire dal 1° gennaio per l’invalido inps che ha altre entrate da lavoro pari a 4 volte il trattamento minimo dell’invalidità civile inps.

Se l’invalido inps percepisce un reddito che supera 5 volte il trattamento minimo riceverà un assegno al 50 per cento del valore assoluto. Il taglio pensioni è una morsa da cui non si può scappare; la cosa che crea l’ingiustizia è che le riduzioni arrivano quando l’invalido lavora e riesce a guadagnare di più.

Quindi qual è l’obbiettivo del governo? Pur di risparmiare mandano gli invalidi a lavorare piuttosto di aiutarli. Le tasse che paghiamo invece dovrebbero servire proprio a questo; a offrire una vita migliore a chi non può permettersela e a chi, per natura o per disgrazia, si trova in stato di non-autosufficienza.

Rivalutazione Pensioni oggi ultime notizie taglio pensioni

TAGLIO PENSIONI News pensioni oggi – La rivalutazione della pensione news apporterà ulteriori modifiche agli importi degli assegni: dei tagli pensioni. Le pensioni ultime notizie oggi dicono che gli adeguamenti al costo della vita sono fissati allo 0,4 per cento. In base alle ultime notizie riforma pensioni oggi questo è quanto ma, il dato effettivo della rivalutazione delle pensioni si avrà solo a metà gennaio.

Se le ultime notizie pensioni oggi sono errate e la rivalutazione pensioni a metà gennaio dovesse essere diversa allora ecco cosa accadrà. Ci saranno nuovi ricalcoli sugli assegni con un conguaglio positivo sul rateo delle pensioni (ultime notizie di oggi). Questo lo si vedrà direttamente con il primo accredito del 2021 che include il taglio pensioni.

Tuttavia, oggi ultime notizie su pensioni consistono anche nel blocco delle rivalutazioni che penalizza non pochi pensionati. Nel 2020 sarà infatti confermato lo schema del 2019:

  • per le pensioni superiori a 3 volte il minimo e inferiori a 4 la rivalutazione sarà del 97%,
  • gli importi tra 4 e 5 volte il minimo: 77%,
  • del 52% tra 5 volte e 6 volte il minimo,
  • oltre 6 volte del 47%,
  • oltre 8 volte: 45%
  • solo del 40% oltre le 9 volte il minimo.

TAGLIO PENSIONI – I sindacati dei pensionati si erano opposti e chiedevano di rivalutare al 100% e non al 97% gli importi fino a 4 volte il minimo. Se il governo dovesse accettare i pensionati riceveranno tra i due e i tre euro in più: briciole. Nel 2020 si preannuncia l’inizio di una guerra diplomatica tra sindacati e governo.

CONDIVIDI le ultime notizie pensioni.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.