Pensioni Quota 100 ultimissime news oggi da Conte e sindacati

pensioni quota 100 ultimissime news

Pensioni quota 100 Ultimissime: E’ bello che il premier sia riuscito (dopo un mese di attesa estenuante) a trovare del tempo per discutere di temi importanti con i sindacati. In particolar modo delle pensioni quota 100. Le ultime news di oggi riportano che Giuseppe Conte crede che “remare insieme per il bene del Paese” sia la soluzione. L’unità fa la forza direbbe qualcun altro che non sa che altro dire.

Giuseppe Conte incontra Landini, Furlan e Barbagallo

Le voci alla Rassegna sindacale erano fondate, oggi si tiene il confronto del premier Giuseppe Conte con i principali esponenti dei sindacati a Palazzo Chigi. Repubblica conferma che sono presenti al vertice i leader di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

“L’ascolto delle parti sociali è un metodo di lavoro che ho adottato sin dall’inizio e che intendo proseguire”.

Giuseppe Conte

Belle le strategie politiche, puntano tutto sulla pigrizia del cervello degli italiani. Perché uno che è attento si accorge subito che è passato un mese da quando i sindacati hanno chiesto un’incontro. E allora, è inutile dire che “l’ascolto delle par…” e bla bla bla, perché le cose si dimostrano con i fatti.

Invito a remare accettato da Carmelo Barbagallo (UIL)

Il leader della Uil accetta l’invito a remare insieme per il bene del Paese da Conte e coglie l’attimo per dire la sua sulle pensioni.

“Apprezzo l’invito a remare tutti nella stessa direzione. Abbiamo visto un cambiamento di passo di questo governo. I pensionati: hanno sempre fatto da bancomat del Paese. Ora serve una svolta, bisogna dare un segnale positivo ai 15 milioni di anziani che, peraltro, svolgono anche una funzione di ammortizzatori sociali. Serve l’adeguamento delle pensioni, dunque, e l’avvio delle Commissioni per la separazione della previdenza dall’assistenza e per l’individuazione dei lavori gravosi.” Le sue affermazioni sono incisive e il premier deve prenderne subito atto.

“Sbloccare le assunzioni” Annamaria Furlan (CISL)

Per poter offrire dei segnali positivi agli anziani che vogliono andare in pensione bisogna prima “sbloccare le assunzioni” perché senza una motrice che produce denaro non si può mandare in pensione nessuno. Quota 100 va a rilento proprio perché non ci si focalizza abbastanza sulle assunzioni.

“Un buon punto di partenza il programma esposto dal presidente del Consiglio, ma ora bisogna individuare un percorso comune con il governo per dare una scossa all’economia, la crescita zero significa meno risorse per  gli investimenti, per il lavoro ed i più deboli. E’ indispensabile stanziare le risorse per rinnovare i contratti sbloccare le assunzioni nella Pubblica amministrazione e nella sanità” conclude il leader della Cisl, Furlan.

Pensioni quota 100 ultimissime: Per ora resta

Proviamo a immaginare come deve sentirsi un lavoratore o lavoratrice che potrebbe usufruire della Quota 100 solo nel 2022. Lo sconforto e la rabbia, per quell’anno in più che gli costa caro di salute e sacrifici non se la scorderà mai.

Dopo tanta attesa c’è stato questo incontro a Palazzo Chigi di Giuseppe Conte e i sindacati ma il risultato ancora una volta sono chiacchiere, proprio come nell’ultimo incontro con il premier. Non sappiamo ancora se Quota 100 potrà durare un po’ di più, tutto sta nel valutare i resoconti fiscali della manovra dopo almeno un paio di anni di attuazione. Si diceva che costava troppo, ben 63 milioni, ma poi si è saputa la verità sul costo di Quota 100.

Tu cosa ne pensi? CONDIVIDI, commenta e facci sapere!

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.