Pensione Anticipata: A chi spetta e come funziona

pensione anticipata

La pensione anticipata è in vigore dal 1° gennaio 2012 in sostituzione della pensione di vecchiaia, ma cos’è esattamente e come funziona? La pensione anticipata è la misura previdenziale dell’INPS che permette ai lavoratori di andare in pensione a qualsiasi età una volta maturati i contributi richiesti. Approfondiamo insieme tutti i requisiti necessari, il calcolo pensione anticipata, a chi spetta e come fare domanda.

Cos’è la Pensione anticipata

La Pensione anticipata è una prestazione economica erogata dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale (INPS) che si rivolge ai lavoratori dipendenti o autonomi iscritti a;

  • Assicurazione generale obbligatoria (AGO), inclusi gli iscritti a; Forme sostitutive (come Fondo Volo, Gestione sport e spettacolo) e forme esclusive dell’AGO (come Gestioni dei dipendenti pubblici, statali, di ufficiali giudiziari, del settore sanità e insegnanti delle scuole materne).
  • Gestione separata INPS.

Anche i lavoratori che assistono un disabile possono andare in pensione con questa soluzione previdenziale, tutti i dettagli qui: pensione anticipata legge 104.

Quanti anni di contributi servono?

Per accedere al pensionamento anticipato non occorre avere un’età precisa, l’importante è avere il giusto numero di contributi:

  • 41 anni e 10 mesi per le donne;
  • 42 anni e 10 mesi per gli uomini.

Considerando che l’aspettativa di vita in Italia per genere vede protagoniste le donne che vivono in media 4.3 anni in più rispetto agli uomini ci chiediamo; Perché se gli uomini vivono di meno devono comunque lavorare di più? E perché se le donne vivono di più devono lavorare di meno? A voi le possibili risposte.

A chi spetta la Pensione anticipata?

Il pensionamento anticipato spetta a tutti i lavoratori del settore pubblico e privato, dipendenti o autonomi, che;

  • sono iscritti all’AGO (e simili) o alla Gestione Separata INPS,
  • hanno maturato i contributi richiesti per genere (42 anni e 10 mesi , se uomo; 41 anni e 10 mesi, se donna).

Questi sono i requisiti principali per andare in pensione prima di quanto previsto in base all’età.

Calcolo pensione anticipata: Sistema Contributivo, Retributivo e misto

Come si fa il calcolo della pensione anticipata? Il calcolo pensione anticipata viene effettuato con sistema contributivo, retributivo o misto a seconda del periodo lavorativo. Successivamente l’introduzione della riforma Dini il 31 dicembre del 1995 che prevede il calcolo dell’assegno pensione con il metodo contributivo, per cui;

  • Chi ha iniziato a lavorare dopo la data dell’introduzione della riforma Dini il calcolo pensione anticipata si fa con metodo contributivo.
  • Per chi ha iniziato a lavorare prima del 31 dicembre 1995 ed entro tale data ha maturato almeno 18 anni di contributi versati, effettua il calcolo pensione con il sistema retributivo.
  • Il sistema misto si applica a chi ha iniziato a lavorare prima del ’95 ma entro il 31 dicembre 1995 non ha maturato i 18 anni di contributi versati. Quindi; alla quota maturata fino al 95′ si applica il sistema retributivo e alla quota maturata dal 1° gennaio 1996 in poi si applica il metodo contributivo.

In conclusione, per calcolare la pensione bisogna fare riferimento a questi tre tipi diversi di sistemi: il contributivo, il retributivo e il misto. Tutto per via della riforma Dini sulle pensioni.

Come fare domanda

Chi dispone dei requisiti richiesti deve procedere alla presentazione di un’apposita domanda. Come fare domanda per ottenere la pensione anticipata?

  • Si può effettuare online sul portale ufficiale dell’INPS;
  • Tramite contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) o al numero 06 164 164 (da rete mobile);
  • In alternativa, si può fare domanda per la pensione anticipata presso gli sportelli intermediari e del patronato.

Per fare domanda tramite il sito ufficiale dell’INPS è richiesta una certa confidenza con la tecnologia. Chi non si sente sicuro può fare riferimento allo sportello del patronato nella città più vicina.

Quando vado in pensione?

Quando vado in pensione?” La pensione anticipata INPS inizia a partire dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione della domanda. Dopo aver verificato la richiesta l’INPS procede all’erogazione del bonifico o assegno pensione.

Attenzione! Una volta che si inizia a percepire l’assegno pensione bisogna cessare l’attività lavorativa, se si è dipendente, mentre si può continuare la propria attività, nel caso in cui si è lavoratore autonomo.

CONDIVIDI le informazioni utili sulla pensione anticipata.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.