Manovra finanziaria 2019 al Senato, Casellati stop Cannabis light

manovra finanziaria 2019 senato salvini casellati

La manovra finanziaria 2019 continua a far discutere, la terza lettura della legge di stabilità 2020 al Senato provoca uno scontro in Aula tra M5s, Casellati e senatori del centrodestra. Perché c’è stato uno scontro in Senato? La presidente del Senato Elisabetta Casellati ha stralciato i comma sulla cannabis light (leggera), molti si sono opposti alla decisione di stop alla cannabis. Volano parole grosse dal senatore La Russa “Drogato!” al senatore firmatario dei Cinque Stelle. Salvini sollevato dalla decisione sulla manovra finanziaria 2019 dice: “Evitata vergogna dello Stato-spacciatore”.

Manovra finanziaria 2019: Stop a Cannabis Light

Manovra finanziaria 2019 – C’è stato l’ultimo confronto sulla manovra economica oggi in Senato per il decisivo voto di fiducia. La presidente del Senato Elisabetta Casellati dà il primo stop proprio alla norma che dava il via libera alla cannanis light, o leggera, con contenuto di Thc non superiore allo 0,5%. La norma prevedeva che questo tipo di cannabis leggera, prodotto industriale di canapa a basso contenuto di THC (0,5%) non venisse più considerata come una sostanza stupefacente.

Il provvedimento era stato firmato dal senatore pentastellato Matteo Mantero ed era stato approvato dalla maggioranza in commissione di Bilancio. Tuttavia Lega e FdI ci teneva che fosse rivista l’ammissibilità della norma nella manovra economica 2019. Il verdetto di Casellati è “inammisibilità per estraneità di materia”, ovvero non c’entra niente con gli affari di bilancio!

Manovra finanziaria 2019: Scontro in Senato

Manovra finanziaria 2019 – Dopo che la Casellati ha stralciato dalla Manovra 2019 la norma sulla cannabis light in aula al Senato si è acceso uno scontro tra i Grillini e La Russa e altri del centrodestra. La Russa a un senatore 5 Stelle ha gridato: ”Drogato!” perché i 5 stelle difendono la normativa che legalizza la cannabis o canapa light.

Il senatore grillino dei 5s che ha firmato la norma, Matteo Mantero, attacca: “Questo emendamento, è bene precisare, non riguarda la droga ma va ad incidere sugli agricoltori“. In pratica sosteneva che fosse stata inserita nella legge di bilancio perché ci sono molti “agricoltori” di canapa che ci rimettono se questa norma non viene approvata.

Manovra finanziaria 2019: Altri Senatori contro stop Cannabis light

Elisabetta Casellati viene criticata per lo stop Cannabis light anche da Riccardo Magi di Più Europa e da altri 100 parlamentari dell’intergruppo per la legalizzazione della cannabis:

L’emendamento era assolutamente attinente alla materia del bilancio, rispondendo alle esigenze finanziarie e produttive di un settore che coinvolte migliaia di produttori e lavoratori. A Casellati chiediamo formalmente di rivedere il suo giudizio.

Ma la presidente del Senato non intende rivedere la sua decisione, anche perché non c’è più tempo, la questione manovra è chiusa.

Salvini grato “Evitata vergogna Stato-spacciatore”

Il senatore leghista Matteo Salvini, insieme con Giorgia Meloni e il suo partito (Fratelli d’Italia), ha fatto battaglia purché venisse rivista questa norma. Quando lo scontro in aula al senato per lo Stop alla cannabis light si è spento Salvini ha detto:

Ringrazio la presidente a nome di tutte le comunità di recupero d’Italia. Evitata la vergogna dello Stato spacciatore.

Della maggioranza fa parte anche il PD, il cui capogruppo dei senatori Andrea Marcucci non prende posizione sulla normativa in materia di Manovra finanziaria 2019; anzi, sollecita l’aula a procedere con i lavori rapidamente.

CONDIVIDI le ultime sulla manovra finanziaria 2019.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.