Il DECRETO RILANCIO definitivo il testo in Gazzetta Ufficiale e si può fare il download del pdf, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella lo ha firmato ed è stato finalmente pubblicato. L’Ecobonus 110 per cento ristrutturazioni, il Reddito di Emergenza, i contributi a fondo perduto per le imprese, i bonus baby-sitter, è tutto scritto nel decreto rilancio in pdf. Qui potrete fare il download del testo in pdf del Decreto Rilancio definitivo per poter leggere e scaricare su pc o smartphone la legge che spiega come useranno i nostri soldi. Cosa prevede l’ex DECRETO aprile, poi maggio, e ora RILANCIO che risolleverà l’economia italiana, ebbene c’è solo un modo per scoprirlo.

decreto rilancio Ecobonus del 110 per cento a fondo perduto in gazzetta ufficiale download pdf testo definitivo

Decreto Rilancio definitivo il testo in Gazzetta Ufficiale

Decreto Rilancio definitivo il testo PDF in Gazzetta Ufficiale. A distanza di più di una settimana dall’annuncio del premier Conte del decreto rilancio disponibile per download del testo in pdf costatoci almeno 55 miliardi, questo importante documento è stato sottoscritto dal presidente Mattarella e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Come si legge in questa nota del Governo.

Ignoriamo i reali motivi per cui una firma ha avuto bisogno di tanto tempo per essere apposta. Non dubitiamo che sia impegnativo fare le proprie valutazioni, ma insomma… in tempi di Coronavirus bisognerebbe darsi una mossa.

Ecco finalmente il pdf del testo del decreto rilancio definitivo in Gazzetta Ufficiale, tuttavia lo troverete diverso da quanto vi aspettavate. Infatti, sono state apportate delle modifiche alle importanti misure varate col decreto.

Decreto Rilancio testo definitivo per download in pdf

Sono 323 pagine e 20,3 MB di decreto rilancio ma siamo certi non vi annoierete leggendo questo testo in pdf, in fondo si tratta solo delle misure che il governo ha deciso di avviare a partire da oggi facendo debito.

Per chi dedicherà fin troppa attenzione a tale documento è possibile l’insorgenza di prurito, voglia di strapparsi i capelli e forte sensazione di rabbia da reprimere. D’altronde è pure normale quando ti accorgi che lo Stato ha preferito stanziare 500 euro per il bonus monopattino invece di concedere il meritato bonus a medici e infermieri, per i quali ti diranno “non ci sono fondi”. E’ normale essere arrabbiati dopo aver letto questo decreto, ma volevamo dirvi che non c’è mai fine al peggio, e quindi ecco cosa vi farà letteralmente venire la pelle d’oca quando ve ne accorgerete.

Il decreto rilancio, testo definitivo è entrato in vigore ieri ma con delle modifiche che restringono ancora una volta i beneficiari delle misure d’aiuto urgente alle famiglie italiane, per leggerlo basta fare il download del PDF.

Decreto in vigore ma con modifiche

Il decreto Rilancio è entrato in vigore ieri ma in una versione diversa da quella approvata in Consiglio dei Ministri dal Governo Conte.

Sono state fatte diverse modifiche nel decreto rilancio, alcune delle quali riguardano il bonus ristrutturazioni o Ecobonus del 110%.

“La detrazione fiscale per i lavori di ristrutturazione che riguardano l’ecobonus o il sismabonus infatti sarà riconosciuta anche sulle seconde case sempre e quando non si tratta di villette unifamiliari. Inoltre sono state introdotte delle sanzioni severe da un minimo di 2 mila euro a un massimo di 15 mila euro per ogni attestazione o asseverazione infedele sui lavori di ecobonus e sismabonus al 110 per cento”, scrive Idealista facendo il punto della situazione sul decreto rilancio in poche righe.

Il colpo più duro però arriva sui contributi a fondo perduto del decreto rilancio promessi alle imprese. Da quanto si evince dal testo i professionisti iscritte a casse private non sono più tra i beneficiari di tali contributi.

Da oggi tuttavia secondo il governo del premier Conte dovremo essere felici perché arriveranno i 600 euro promessi alle Partite IVA e si potrà fare richiesta del REM e altri bonus. Si tratta del Reddito di Emergenza, quell’insulto da 400 a 800 euro per chi in questi mesi non ha avuto un euro per andare a comprarsi qualcosa da mangiare.

Poi dovremo essere felici per i bambini, che quest’estate andranno nei centri estivi pagati dallo Stato, cioè da noi, grazie al bonus fino a 1200 euro. I contributi a fondo perduto del decreto rilancio invece partiranno da giugno. Ma va tutto bene.

CONDIVIDI il decreto rilancio ecobonus a fondo perduto definitivo dal governo e download PDF.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.