•  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
Oggi in TV

Contributo a fondo perduto, vediamo come compilare la domanda del bonus a partire da 1000 euro dell’Agenzia delle Entrate e inviare istanza. Il bonus contributo a fondo perduto è previsto dal Decreto Rilancio che incarica l’Agenzia delle Entrate di risarcire i danni causati dal Covid-19. I contribuenti che hanno tutti i requisiti possono presentare istanza dal 15 giugno e fino al 13 agosto 2020, prima si richiede il bonus meglio è. L’Agenzia delle Entrate provvederà a una rapida elaborazione delle richieste con pagamenti veloci, i controlli saranno fatti successivamente.

contributo a fondo perduto agenzia delle entrate

Contributo a fondo perduto Agenzia delle Entrate

“Il bonus contributo a fondo perduto, previsto dal “decreto Rilancio” (Dl n. 34 del 19 maggio 2020), consiste nell’erogazione ai titolari di attività d’impresa, di lavoro autonomo e agricole. di una somma di denaro commisurata alla diminuzione di fatturato causata dall’emergenza Coronavirus”. Lo scrive l’Agenzia delle Entrate sul proprio portale informativo.

Per ottenere l’agevolazione del contributo a fondo perduto dall’Agenzia delle Entrate devi essere in possesso di questi requisiti. Inoltre, l’importo del bonus contributo a fondo perduto, essendo commisurato alla perdita subita varia in questo modo.

Come richiedere il contributo a fondo perduto all’Agenzia delle Entrate?

I contribuenti aventi diritto per richiedere il bonus contributo a fondo perduto devono compilare questa istanza da presentare in via telematica.

Quando presentare la domanda per il contributo a fondo perduto? Dal 15 giugno al 13 agosto 2020 sarà possibile inoltrare la domanda per ricevere il bonus dall’Agenzia delle Entrate. In caso di un erede richiedente il bonus le domande possono essere inoltrate dal 25 giugno al 23 agosto 2020.

L’istanza deve contenere:

  • il codice fiscale del richiedente e dell’eventuale rappresentante;
  • Il codice fiscale dell’eventuale intermediario che la presenta;
  • i dati relativi alla sussistenza dei requisiti;
  • nel caso di contributo richiesto superiore a 150.000 euro, l’autocertificazione di regolarità antimafia;
  • l’Iban del conto corrente intestato al soggetto richiedente.

L’istanza deve essere presentata in via telematica mediante:

  • procedura web nel portale Fatture e corrispettivi del sito web dell’Agenzia;
  • software di compilazione e successivo invio attraverso il Desktop telematico.

Solo nel caso di contributo superiore a 150.000 euro, l’istanza va presentata via PEC con firma digitale.

Delega agli intermediari

Possono presentare l’istanza, per conto del richiedente, gli intermediari (abilitati alla presentazione delle dichiarazioni (articolo 3, comma 3, del Dpr n. 322 del 1998) che, alternativamente:

  • sono abilitati al cassetto fiscale del richiedente
  • sono in possesso della delega “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati informatici” (portale Fatture e Corrispettivi)
  • dichiarano, nell’istanza, di essere stati appositamente delegati dal richiedente

L’erogazione del contributo a fondo perduto avviene mediante accredito sul conto corrente dell’Iban intestato al richiedente. Contestualmente all’accoglimento dell’istanza per la richiesta del contributo, l’Agenzia delle Entrate emette il mandato di pagamento.

CONDIVIDI le informazioni su come richiedere il contributo.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.