Condono bollo auto 2019 sui debiti fino a 1000 € per chi non l’ha pagato tra il 2000 e il 2010

condono bollo auto 2019

Condono bollo auto 2019, per alcuni è una manna dal cielo, per altri invece è semplicemente irritante. Il mancato pagamento del bollo auto tra gli anni 2000 e 2010 non sarà più richiesto grazie al condono delle cartelle Equitalia. Un vero e proprio regalo agli evasori fiscali che non hanno pagato la tassa obbligatoria allo Stato. Come al solito ci rimettono i più onesti. Ecco cosa cambia: le ultime notizie del giorno.

Bollo auto 2019, cosa cambia

Il bollo auto è la “tassa legata al possesso di un’autovettura regolarmente iscritta al Pubblico Registro Automobilistico“, deve essere corrisposta ogni anno, a prescindere dall’utilizzo o meno del proprio veicolo e può subire variazioni. In particolare, quest’anno i cambiamenti del bollo auto sono tre.

Oltre al condono del bollo auto per chi non ha pagato il bollo dal 2000 al 2010, ci sarà un aumento dell’importo del bollo per le auto inquinanti e la riduzione del bollo per le auto storiche.

Condono bolli auto arretrati: Come funziona

Come funziona il condono bolli auto per gli arretrati non pagati? Come spiega il portale La legge per tutti, “i bolli auto non pagati in quel lasso di tempo di 10 anni rientrano nella norma «strappacartelle», inserita nella Legge di Bilancio 2019. Il mini-condono cancella i debiti inferiori ai 1.000 euro nei confronti della Pubblica Amministrazione ed è applicabile anche alle sanzioni per violazioni al Codice della strada.” E’ qualcosa di ingiusto, ridicolo e ingrato verso i cittadini più civili.

Il condono è rivolto a tutti, non conta il reddito ISEE; la cancellazione del debito sarà automatica per legge, quindi non serve presentare alcuna documentazione. Tuttavia Equitalia in molti casi ha continuato a mandare le cartelle, in questo caso è necessario l’intervento della Commissione Tributaria per cancellare del tutto il debito pendente.

Per rientrare tra coloro che hanno diritto allo stralcio della cartella, bisogna assicurarsi che l’iscrizione a ruolo dell’ente riscossore rientri tra gli anni 2000 e 2010. Infatti, un bollo non pagato nel 2010 e iscritto nel 2011 non potrà avvantaggiarsi dello «strappacartelle».

Bolli auto pagati, altro che pace fiscale

Chi è stato puntuale nel pagare la tassa di possesso dell’auto si sente fregato dallo Stato, altro che pace fiscale!!! Solo pensare a tutti quei bolli auto pagati, anche per chi evade le tasse, mette rabbia. La lotta all’evasione fiscale va proprio male. Gli italiani più onesti si sentono messi in un angolo e non ce n’è uno che non si stia chiedendo “perché continuare a pagare il bollo auto?

Il condono del bollo auto sugli arretrati non pagati è un’ingiustizia che ancora una volta spiana la strada all’evasione fiscale. Come dice anche questa ragazza; “Dopo la pace fiscale arriva anche il condono bollo auto: da “chi sbaglia paga” a “chi paga sbaglia”, è un attimo“.

Tu che ne pensi? CONDIVIDI le ultime news sul bollo auto.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.