Borsa, Milano +2%. Crisi di Governo manda lo spread sotto i 200 punti. Nuovi sviluppi sull’approvazione della Legge di Bilancio.

borsa milano

Borsa, Milano +2% ma la crisi di governo manda lo Spread dritto sotto i 200 punti. L’Unione Europea, nonostante gli scontri politici di ieri in Italia, è convinta che un’elezione anticipata del presidente del Consiglio in autunno sia scongiurata. Beati loro che sono così convinti di ciò che avverrà. I leader dei partiti politici italiani invece non hanno proprio la più pallida idea di ciò che devono concludere in questi giorni e ancor meno lo sanno i cittadini italiani.

Sì tutti parlano ma alla fine nessuno sa realmente come andrà, l’Unione Europea come al solito se ne va di traverso e dice la sua. Spingono tutti per un governo italiano formato da Movimento 5 Stelle e Partito Democratico ma chissà se veramente andrà così. La Lega resta forte sui consensi estremisti dettati dal pensiero contro i migranti e pro al Paese.

In questo momento a Milano qualcosa si sta muovendo a gran velocità, ecco i dati aggiornati del Corriere della Sera.

A Milano il Ftse All Share sale dell’1,98% e il Ftse Mib del 2,06%. Si accodano Francoforte (+1,45%), Londra (+1,24%) e Parigi (+1,77%). Tra le blue chip di Piazza Affari, bene le banche, con lo spread tornato sotto la soglia dei 200 punti base: Finecobank guadagna il 3,84%, Ubi Banca il 3,03% e Banco Bpm il 2,23%. Svetta il settore auto, mentre tornano le indiscrezioni su una possibile aggregazione tra Fca (+3,97%) e Renault (+4,78% a Parigi). Pirelli sale del 4,52% ed Exor del 4,11%. Tutto positivo il Ftse Mib, con Amplifon (+0,34%) in coda.

L’euro sul dollaro si attesta a 1,1096 a Londra. L’indice d’area Stoxx 600 guadagna l’1,1%. Viaggiano in terreno positivo Parigi (+1,5%), Francoforte (+1,2%), Londra (+1,1%) e Madrid (+1%). Il comparto dell’automotive (+2,2%) spinge i listini con Renault (+5%) e Fca (+3,6%), sull’ipotesi che il matrimonio tra i due marchi non sia tramontato. Bene anche Porsche (+2,1%), Volkswagen (+2%), Peugeot (+1,6%). A Piazza Affari vola Pirelli (+4,6%). Si mettono in mostra anche Exor (+3,3%) e Cnh (+3,2%). Bene le banche con Ubi (+2,9%), Bper (+2%) e Banco Bpm (+1,9%). In rosso Mediaset (-2%) e Amplifon (-0,4%).

Corriere della Sera

Diffondi il tuo pensiero attraverso i social con un click: CONDIVIDI.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.