Il Bonus Energia Elettrica 2020, bollette ridotte per famiglie a basso reddito e per disagio fisico con apparecchiature elettromedicali essenziali. La misura del Governo è il Bonus sociale valido per ridurre le bollette di luce, acqua e gas, oggi approfondiamo il Bonus Elettrico per la luce. E’ uno strumento di sostegno per le famiglie disagiate e numerose con requisiti ISEE specifici, la riduzione della bolletta della luce è del 30%. Vediamo allora cos’è il bonus energia elettrica 2020, come funziona, importi, reddito ISEE 2020 e come richiederlo, anche per beneficiari RdC.

bonus energia elettrica 2020 requisiti isee richiederlo

Bonus Energia Elettrica 2020 A chi spetta

Il Bonus Energia Elettrica 2020 è rivolto alle famiglie numerose o i cui membri si trovano in condizione di disagio fisico grave. Ossia, sono necessarie apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita del famigliare gravemente malato.

Requisiti Bonus Elettrico 2020

Quali sono quindi i requisiti fondamentali del Bonus Energia Elettrica che definiscono a chi spetta e a chi no? I requisiti fondamentali per richiedere l’applicazione del Bonus Luce 2020 sulla bolletta dell’energia elettrica sono:

  • Essere dei Clienti Domestici, quindi privati e non società;
  • Intestatari di un contratto di fornitura elettrica per la sola abitazione di residenza;
  • Avere una potenza impegnata fino: a 3 kW per un numero di familiari con la stessa residenza a 4 e fino a 4,5 Kw, per un numero di familiari con la stessa residenza superiore a 3.
  • In caso di disagio fisico non servono altri requisiti.

Bonus Elettrico 2020 la soglia Isee a 8.256 euro e numero di figli:

  • Se il nucleo familiare ha meno di 4 figli l’indicatore ISEE non deve essere superiore a 8.256 euro a partire dal 1° gennaio 2020;
  • Il nucleo familiare con più di 4 figli a carico invece deve avere un reddito ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • Il nucleo familiare presso il quale vive un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita non deve rispondere a limitazioni di residenza o potenza impegnata. Ottiene il bonus energia elettrica in ogni caso.

Bollette ridotte per basso reddito

Le bollette vengono ridotte per basso reddito a tutti coloro che hanno un reddito ISEE inferiore ai 8.256 euro.

Il bonus sociale per ridurre la bolletta della luce è rivolto quindi anche ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

Bonus Energia Elettrica 2020 come richiederlo

Come richiedere il Bonus Elettrico 2020? Il bonus sociale per la riduzione in bolletta dell’Energia Elettrica deve essere richiesto dal cittadino tramite uno specifico modulo di domanda. Questo modulo domanda bonus energia elettrica va presentato e consegnato al proprio Comune di residenza o presso i CAF (Centri di assistenza fiscale) competenti.

I moduli sono reperibili presso i Comuni, sul sito del Ministero per lo sviluppo economico o dall’AEEG. I Moduli che i cittadini devono presentare ai Caf per il riconoscimento del Bonus Luce, previa compilazione sono:

  • Modulo B bonus energia disagio fisico;
  • Modulo RS bonus luce domanda rinnovo semplificata: modulo fac simile semplificato per richiedere il rinnovo bonus energia scaduto;
  • Modulo VR – variazione di residenza: per richiedere al gestore luce di modificare la residenza del cliente titolare del bonus luce;
  • Allegato ASL – certificato gravi condizioni di salute;
  • Allegato FN – famiglia numerosa;
  • Allegato CF – composizione nucleo ISEE.

Dettagli utili sul Bonus Elettrico 2020

Per presentare e inoltrare la domanda del bonus Energia Elettrica il cittadino dovrà portare con sè il Modello ISEE 2020 e una copia del proprio documento d’identità.

Negli anni passati il bonus Elettrico era pari al 20% della bolletta ma dal 2020 lo sconto, ossia la riduzione è passata al 30% della bolletta.

Il valore dello sconto è quantificato e misurato in modo differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia:

Bonus luce per disagio economico: importo del bonus dipende dal numero di componenti della famiglia:

  • 1-2 componenti € 71,  
  • 3-4 componenti € 90,
  • famiglie numerose oltre 4 componenti € 153.

Bonus luce disagio fisico: l’importo annuale dipende dalla potenza contrattuale impegnata quindi fino o oltre i 3 kw, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate: 

  • Potenza contatore fino a 3 kW extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno) fino a 600 kWh/anno € 173, 
  • tra 600 e 1200 kWh/anno € 286 e oltre 1200 kWh/anno € 414.
  • Contatore da 4,5 kW in poi: fascia minima € 407, fascia media € 515 e fascia massima  € 623.

Il bonus Energia Elettrica 2020 ha una durata valida di 12 mesi, entro un mese dalla scadenza annuale il cittadino che ha ancora i requisiti richiesti deve inoltrare nuovamente la richiesta del bonus per rinnovarlo. In caso di disagio fisico non è necessario chiedere il rinnovo del bonus elettrico 2020.

Dopo l’approvazione della richiesta i tempi di attivazione del bonus energia elettrica sono 2 mesi circa.

CONDIVIDI le ultime notizie sul Bonus Energia Elettrica 2020.

Adirai.it è stato selezionato da Google News come Fonte di Notizie Autorevole grazie alla qualità dei contenuti prodotti quotidianamente.

Resta aggiornato, seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.